Covid: caos tavolini a Cagliari, "Comune conceda proroga"

Sardegna
d413460c4cb3c271a77c65400a5088c9

Consiglieri Lai e Polastri, scelta controproducente e affrettata

(ANSA) - CAGLIARI, 04 OTT - "Rinnovare le concessioni temporanee per i tavoli all'aperto e annullare la determinazione degli uffici, concedendo agli esercenti tempo per tutto il mese di ottobre per smontare le installazioni su strada". Lo chiedono i consiglieri comunali di Cagliari Loredana Lai e Marcello Polastri, secondo i quali lo stop immediato è "controproducente e affrettata".
    "Anche gli esercenti - osservano - vanno tutelati, così gli investimenti che hanno affrontato per rendere Cagliari più turistica e commerciale. A maggior ragione, in una città come la nostra, colpita dagli effetti di una pandemia epocale e che a ottobre può continuare, con questo bel clima soleggiato, a lavorare e a far consumare all'aperto, offrendo un servizio con maggiore sicurezza dinnanzi al Covid-19. Ecco perché - concludono Lai e Polastri - ci mettiamo a disposizione dei ristoratori - per accompagnarli dal sindaco Truzzu che incontreremo già mercoledì prossimo, in occasione del Consiglio comunale, per questa situazione". Lai e Polastri vorrebbero "anche evitare prevedibili ricorsi a pioggia e risarcimenti, che potrebbero poi pesare sulle casse pubbliche, per i mancati incassi agli esercenti" Il termine ultimo dato dall'amministrazione è fissato questa settimana: i 38 titolari dei locali cagliaritani che non hanno uno spazio all'aperto e quindi hanno avuto la possibilità di occupare alcuni stalli dedicati al parcheggio delle auto, dovranno rimuovere i tavolini dalle strade. (ANSA).
   

Cagliari: I più letti