Cargo su scogli, briefing su disincaglio

Sardegna
add10b34ef85f9006143bd56d15bcd93

Ordinanza Capitaneria S. Antioco, navigazione vietata nell'area

E' pronto il piano di disincaglio del Dcry Blue, il mercantile italiano finito sabato scorso sugli scogli a Sant'Antioco, Sardegna sud occidentale. Lo hanno messo a punto oggi il sindaco, l'armatore e i rappresentanti della società olandese Smit Salvage, specializzata nel recupero di grosse imbarcazioni. Già domani sera sono attesi nel porto del Sulcis diversi tir in arrivo da Genova che inizieranno a portare le prime attrezzature. Successivamente arriveranno un rimorchiatore d'appoggio e alcuni elicotteri.

"Nel giro di qualche giorno, probabilmente già il 26 o il 27 dicembre, se le condizioni meteo-marine lo permetteranno, si potrà cominciare - spiega all'ANSA il sindaco Ignazio Locci - Sono fiducioso: ho visto persone competenti e abituate a trattare questo genere di situazioni". Nel frattempo si smorza l'allarme inquinamento: la chiazza oleosa di gasolio refrigerante comparsa qualche ora dopo l'incagliamento è sparita, e i serbatoi pieni di carburante continuano a tenere. Completati gli ultimi sopralluoghi, si attende l'arrivo da Trapani del mezzo speciale della Castalia per le operazioni di bonifica. "L'obiettivo è di portare via in fretta la nave: in questo senso oggi possiamo dirci più sereni", commenta il primo cittadino.

Cagliari: I più letti