Scippatore seriale incastrato dal Gps

Sardegna
eff042bf1c19e3d9cdbe23cd2bee3b48

44enne arrestato dalla Polizia a Quartu, 13 colpi in poche ore

Ha fatto l'errore di lasciare attiva la geolocalizzazione di uno dei cellulari delle vittime dei suoi scippi. Una leggerezza che ha permesso alla Polizia di individuare la zona in cui si rifugiava. È grazie anche a questo elemento che gli investigatori della Squadra mobile di Cagliari sono riusciti ad arrestare Antonio Nateri, 44 anni di Quartu, accusato di una lunga serie di scippi, rapine e tentate rapine messe a segno da ottobre a novembre - l'ultimo colpo pochi giorni fa - nelle zone di San Benedetto e Pirri: in tutto tredici.

L'uomo è stato bloccato nella sua abitazione in via Danimarca. Recuperato il casco utilizzato per le azioni criminali, alcuni indumenti e lo scooter Aprilia Scarabeo a bordo del quale ha scippato giovani donne e anziane. Alcune delle vittime hanno riportato anche lievi ferite, cadendo dopo essere state strattonate dal malvivente.

Oltre alla gps, sono state decisive per l'arresto le testimonianze delle donne derubate, che hanno fornito elementi utili per risalire allo scippatori: la descrizione del casco con particolari inserti colorati e dello scooter senza parabrezza e portapacchi, individuato sotto la palazzina in cui si nascondeva il 44enne. Seguendo i movimenti dello motorino, gli investigatori sono così arrivati all'abitazione in cui Nateri è stato poi arrestato.  

Cagliari: I più letti