Ritrovato il caimano Jack a Orosei

Sardegna
87ec9e1e3380d297980716497c69f42a

Era scomparso misteriosamente il 10 agosto da un circo

È stato ritrovato a Cala Liberotto a Orosei, nella costa centro orientale della Sardegna, il caimano Jack sparito misteriosamente dal circo Martin, il 10 agosto scorso. La notizia arriva dal Corpo forestale della Sardegna, il cui personale non ha mai smesso di cercare il rettile. L'alligatore è stato catturato e messo in sicurezza da una pattuglia della stazione del Corpo Forestale di Orosei a seguito di una segnalazione. Il caimano, la cui scomparsa avava scatenato l'ironia social diventando in Sardegna il tormentone dell'estate, è in buone condizioni di salute.

Da una prima visita effettuata da un veterinario della Asl di Nuoro il caimano Jack sta bene. L'alligatore si trova ora nella sede del Corpo Forestale di Orosei, dove sarà sottoposto a un esame più approfondito da parte del professionista, prima di essere restituito a Eusanio Martino, titolare del circo Martin e legittimo proprietario dell'animale. L'alligatore è stato avvistato nel primo pomeriggio da una ragazza che passeggiava col cane in via dei Giunchi, nella pineta di Cala Liberotto: la giovane si è subito allontanata dando nel frattempo l'allarme ai carabinieri della Compagnia di Orosei e ai proprietari di una villetta a pochi metri, che hanno rischiato di ritrovarsi l'animale in giardino

Una volta arrivati i militari hanno recintato la zona e chiamato i colleghi del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale della Sardegna, che servendosi di coperte e di corde lo hanno immobilizzato e infine catturato. Le indagini dei Carabinieri proseguono per cercare di accertare se il caimano Jack sia scappato da solo dal circo, o sei sia stato rubato, come sosteneva il titolare della carovana e poi liberato. O ancora prelevato e liberato dagli ambientalisti che da sempre combattono la battaglia contro gli animali tenuti in gabbia.

VETERINARIA, NON HA SOFFERTO LA FAME E LA SETE - Il caimano Jack non è deperito né disidratato e si presenta in ottimo stato di salute. E' questo l'esito della visita dei due veterinari reperibili del Servizio Sanità Animale della Assl di Nuoro, Lucia Coi e Giovanni Maria Zidda, che lo hanno sottoposto a un accurato controllo nella sede del Corpo Forestale di Orosei. Scongiurate quindi le preoccupazioni degli esperti, secondo i quali Jack non avrebbe potuto sopravvivere al caldo estivo in Sardegna, essendo un animale che ha bisogno di stare in ambienti umidi.

"Il caimano è un animale che soffre molto più la sete che la fame - ha spiegato all'ANSA la dottoressa Coi - quindi è possibile che nelle giornate di afa si sia rifugiato in uno spazio in cui c'era disponibilità di acqua, come una pozzanghera ad esempio. Poi con le piogge degli ultimi giorni è uscito allo scoperto perché l'ambiente per lui era più favorevole. Quanto all'alimentazione è un animale carnivoro quindi è probabile che si sia nutrito di animaletti di piccola taglia, come lucertole o uccellini. La sua condizione di salute è tale per cui non può aver digiunato per lungo tempo né sofferto la sete".

Nonostante l'ironia che si è scatenata nei social sul coccodrillo Jack, diventato il tormentone dell'estate 2019, c'era un po' di paura nella zona di Sos Alinos dove il caimano è scomparso, distante solo qualche chilometro dal punto in cui è stato ritrovato nella pineta di Cala Liberotto: "Non ha fatto molta strada - ha confermato la veterinaria - ed è sempre rimasto tra le case e tra la gente che in questi giorni affolla le spiagge. In effetti anche se non è un animale di grossa taglia è imprevedibile e può essere pericoloso, soprattutto a seconda della reazione dell'uomo a cui potrebbe reagire con un morso. Per fortuna non è successo niente di tutto questo e l'animale è potuto tornare a casa". 

Cagliari: I più letti