Vita media imprese è poco più di 12 anni

Sardegna
a9d6d806fcca76c55230a1936f2b0252

Confartigianato, più longeve quelle agricole e le industrie

In 12 anni e 6 mesi aprono, si sviluppano, investono, crescono e concludono il loro ciclo produttivo. E' questa la vita media delle imprese in Sardegna, fotografata dall'analisi dell'Ufficio Studi di Confartigianato Sardegna, sui dati del 2018 divulgati da UnionCamere. La classifica nazionale delle regioni, la cui media è di 12 anni e 3mesi, vede l'Isola piazzarsi in decima posizione. Le più resistenti sono le aziende marchigiane (15 anni), seguite da quelle del Trentino Alto Adige (14,6 anni) e del Friuli Venezia Giulia (13,9 anni). Turnover più accentuato invece nel Lazio e in Campania (in entrambi i casi la vita media è di 11,1 anni), e in Calabria (11,4).

Le attività produttive legate all'agricoltura, con una media di 16 anni, sono le più longeve. Seguono quelle dell'industria in senso stretto con 15,7 anni, delle costruzioni con 12,5 anni e dei servizi con 11,8. La durata media più corta si registra, al contrario, nel turismo con 9,2 anni.

A fine 2018, quasi 6 imprese su 10 risultano costituite prima del 2009. Questo universo di aziende longeve concentra il 70,2% degli addetti del settore privato. Poco più del 18% delle imprese oggi esistenti è nato invece tra il 2009 e il 2013 e raccoglie il 14,3% degli addetti. Circa una impresa su 4, infine, è stata costituita negli ultimi 5 anni e ha una quota di addetti pari al 15,4%. Guardando alle forme giuridiche, l'analisi mostra che l'impresa individuale ha una vita media più bassa delle altre (11,4 anni). Nella media i valori delle società di capitali (12,4%), mentre cresce la durata per le altre forme (13,9 anni) e soprattutto per le società di persone (17,0 anni).

"Soprattutto in quest'ultimo decennio - commenta Antonio Matzutzi, presidente di Confartigianato Imprese Sardegna - nella nostra regione abbiamo rilevato un quadro generale molto dinamico, considerato il fatto che le aziende che riescono ad arrivare almeno alla soglia dei vent'anni sono molto poche". Per Matzutzi è, quindi, necessario puntare sul passaggio generazionale e di più sui giovani imprenditori, "sostenendoli, anche economicamente, nella loro sfida".
   

Cagliari: I più letti