Sardegna Pride, Michela Murgia al corteo

Sardegna
ba7c554544dec6471b44fd5fe7ddb9f3

Sabato 6 sfilata carri, si punta a superare le 30mila presenze

Sarà Michela Murgia la madrina dell'edizione 2019 dal Sardegna Pride, in programma sabato 6 a Cagliari. La scrittrice di Accabadora ha aderito con entusiasmo e sarà sabato nel corteo per i diritti di lesbiche, gay, bisessuali, transgender, intersessualità che partirà da piazza Michelangelo e attraverserà il centro storico del capoluogo. C'è un'altra ospite per il dopo corteo: alla festa finale parteciperà la cantante Viola Valentino, protagonista della hit "Comprami" che alla fine degli anni Settanta sbancò le classifiche tra le polemiche delle femministe.

"Ma sarà il Pride di tutte le differenze - ha detto Carlo Cotza, dell'associazione Arc - l'invito è rivolto a chiunque voglia essere se stesso". Cinque i carri allestiti per la manifestazione. E si viaggerà anche nel tempo con la musica cercando di rappresentare dal 1969 al 2019 tutte le ondate musicali che hanno attraversato gli ultimi cinquant'anni.

Si partirà alle 17 con i primi interventi, quest'anno tradotti anche nel linguaggio dei segni. Il corteo colorato e chiassoso attraverserà via Todde, via Dante, via Paoli, via Sonnino, via Roma per raggiungere infine il Largo. Durante il corteo ci saranno anche letture, interventi, performance di artisti e danza. L'edizione 2018 aveva portato in piazza circa 30mila persone. Quest'anno in occasione dei cinquant'anni dei moti di Stonewall, storica rivolta delle comunità gay e lesbiche di New York, si punta a battere tutti i record. Un'attesa che sta crescendo paradossalmente dopo le polemiche legate al contribuito di 7000 euro, per ora congelato, per le spese di polizia locale chiesto dal Comune. La mobilitazione, partita anche prima della richiesta, ha coinvolto migliaia di persone: raccolti oltre 15mila euro.

"Una manifestazione importante - ha detto Cotza - perché, nonostante i tanti passi avanti, sono ancora molti i diritti mancanti". Il motto di questa edizione è "Siamo ovunque, ovunque, siamo". Festa finale alle 23.00 al Lido del Poetto. Tra le tante le adesioni al Sardegna Pride quella della Consigliera di Parità della Regione Sardegna Maria Tiziana Putzolu. "Una occasione importante di sostegno alla lotta contro le discriminazioni", ha spiegato.

Cagliari: I più letti