Ricardo, sushiman per passione e destino

Sardegna
0da60703a3df1d7583b097ee91e6c15f

Galeotta una ricetta scoperta in un libretto buddista

di Maria Grazia Marilotti

Trova per caso alcune ricette di cucina asiatica sfogliando un libretto di pensieri buddisti avuto in dono da amici giapponesi. Da qui l'illuminazione: diventare Sushiman. Ha il sapore di una bella storia quella di Ricardo Trois, cagliaritano di 44 anni e in cerca di lavoro. Quelle ricette diventano la chiave di volta per una rivoluzione personale. Sulla via del sushi ritrova il suo ambiente ideale a Le Palmette, chiosco trendy e con cucina gourmet alla prima fermata del Poetto di Cagliari. Dall'1 giugno accoglie i clienti col sorriso nel suo Sushi Corner.

La sua maestria nel lavorare gamberi, ricciole, tonno, arrivati freschissimi in cucina, e dar vita a hosomaki al cetriolo, uramaki al salmone, nigiri di ricciola ormai è nota. E a Le Palmette è già suscimanìa. "Quel foglietto di ricette è stato un segno del destino - racconta Ricardo all'ANSA - mi son buttato a capofitto e ho imparato e poi affinato l'arte con anni di studio e esercizio. Da qui i primi lavori in posti stupendi, Club House del Chia Laguna, Bal Harbour di San Teodoro e ora Le Palmette: il mare a 10 metri e anche qui uno staff straordinario che mi apprezza".

Piatti gustosi e raffinati come tagliolino con tartufo laconese, gamberi e caviale Baikal, creati da Jacopo Lenza, materie prime di qualità, djset su terrazze affacciate sul mare, la Sella del Diavolo e lo scenario di velisti e surfisti in bellavista: da pranzo a cena passando per colazione, aperitivo e brunch a Le Palmette, oltre al piacere del palato, c'è quello della vista.

A fare il resto c'è la coreografia di colorati e saporiti nigiri, sashimi e uramaki. "Tra noi c'è armonia e voglia di fare tutto al meglio - svela uno dei titolari, Giacomo Busonera, apprezzato dj - massima cura in ogni dettaglio. Volevamo inserire nel menù anche un ottimo sushi: obiettivo raggiunto".  Al sushi Ricardo pone la sua impronta personale impiegando ad arte i profumi della Sardegna. E un ingrediente segreto: "il desiderio di offrire il meglio ai clienti. La gioia che imprimo nei miei piatti. E' quello - dice convinto Ricardo - a fare la differenza".
   

Cagliari: I più letti