Alghero, in 3mila alla marcia per Michela

Sardegna
1f8312cab934547d6a3ff2891e0d00d3

Corteo silenzioso sino alla casa della vittima

Oltre tremila persone hanno marciato questa sera per le vie di Alghero in memoria di Michela Fiori, la 40enne strangolata due giorni fa nel suo appartamento di via Vittorio Veneto dall'ex marito, Marcello Tilloca, che dopo averla uccisa si è consegnato ai carabinieri di Alghero e attualmente si trova nel carcere di Bancali, a Sassari.
    Il corteo guidato dal sindaco Mario Bruno, dalla madre e dal fratello di Michela e da tutti gli altri parenti, è partito da Porta Terra, di fronte al grande albero di Natale rimasto spento per una sera. Lungo via Sassari, via XX Settembre e via Vittorio Veneto la solidarietà si è materializzata in una partecipazione sentita e spontanea. Alghero si è mostrata ancora una volta solidale e in silenzio assoluto ha gridato il proprio no alla violenza. Di fronte al portone del palazzo in cui abitava Michela con i suoi due figli, di 12 e 10 anni, sono stati deposti fiori e lumicini ed è lì che è terminato il corteo.

Cagliari: I più letti