Fenosu: Aeronike,formazione nuovi piloti

Sardegna
84130298a9cde1d2116aa1d492ab4904

Società intende creare un partenariato industriale

(ANSA) - CAGLIARI, 20 DIC - Aeronike, dopo aver perfezionato l'acquisto del 20% residuo delle quote di FenAir srl, diventando così socio unico della società che controlla la Sogeaor, società di gestione dell'aeroporto di Oristano - Fenosu, intende creare un forte partenariato industriale che dia gambe ad una serie di iniziative aeronautiche, ma non solo, che abbiano come scopo principale la creazione di un villaggio dedicato alla formazione aeronautica, allo sviluppo di tecnologie aerospaziali innovative e di un polo dedicato al trasporto merci.
    "La formazione di nuovi piloti e manutentori aeronautici - afferma Riccardo Faticoni, amministratore unico di Aeronike - sarà senz'altro una delle linee di sviluppo principali: infatti si stima che nei prossimi 20 anni, a livello globale, il mercato richiederà circa 450mila nuovi piloti. Attualmente in Europa volano circa 70mila piloti ma questo numero è destinato a crescere con un rateo impressionante. Nel Vecchio Continente, la carenza di piloti potrebbe pertanto diventare uno dei grossi problemi che potrebbe limitare lo sviluppo del mercato aereo; le attuali scuole e accademie di volo faticano a stare al passo con la domanda di nuovi piloti, un po' per la carenza di infrastrutture dedicate ed un po' per le condizioni meteorologiche non sempre favorevoli, soprattutto nel nord Europa. Da questo punto di vista l'aeroporto di Fenosu sembra avere una posizione di favore rispetto a tanti altri siti in cui sono basate le più importanti accademie di volo. A queste si sta rivolgendo quindi Aeronike affinché dislochino qui una parte dei loro cadetti. Compito della società di gestione dell'aeroporto sarà quello di predisporre tutte le infrastrutture necessarie ad ospitare i piloti del futuro. L'aeroporto - conclude Faticoni - si presta particolarmente bene anche per la sperimentazione di tecnologie aerospaziali innovative e il Distretto Aerospaziale della Sardegna, con tutti i suoi soci, rimarranno certamente degli interlocutori privilegiati per svolgere tutte le proprie attività di sviluppo ad uso civile".(ANSA).
   

Cagliari: I più letti