Abbanoa, verso commissione d'inchiesta

Sardegna
e4bd22d9b6543fe2239b69f6caaa6661

Richiesta di 22 consiglieri,indagine su gestione e funzionamento

Una commissione d'inchiesta sulla gestione e il funzionamento di Abbanoa. È questa la richiesta avanzata da 21 consiglieri della minoranza, primo firmatario Marco Tedde (Fi), e dal consigliere del centrosinistra Antonio Gaia (Upc).

"Abbanoa - attacca la capogruppo di Fi Alessandra Zedda - ha perso di vista la sua missione originaria e devono essere approfonditi e indagati i suoi meccanismi gestionali che finiscono per penalizzare i cittadini e le imprese". Zedda ha parlato di "bollette pazze, scarsa qualità dei servizi offerti e una generale incertezza sulla reale esigibilità dei crediti inscritti nei bilanci: sono questi i principali argomenti sui quali il Consiglio dovrà compiere le opportune valutazioni".

"Abbanoa oggi nemica dei sardi - sottolinea Tedde - deve diventare Abb'amica. Basta guasti, inefficienze e soprattutto basta con l'eccessiva litigiosità con dipendenti e utenti". "Fare chiarezza su Abbanoa non è facile con gli ordinari strumenti nelle disponibilità dei consiglieri ed è proprio per queste ragioni che oggi ribadiamo la necessità di una commissione d'inchiesta", spiega il capogruppo di Fdi Paolo Truzzu.

E Antonio Gaia (Upc) ricorda che "i tribunali della Sardegna rischiano di non riuscire a fare fronte alla mole del contenzioso in atto tra la società del servizio idrico integrato, i cittadini e le imprese sarde: serve accertare al più presto il corretto funzionamento dei contattori Abbanoa".
   

Cagliari: I più letti