Vigili indagati in Val d'Enza, tre rinvii a giudizio

Emilia Romagna
@ANSA
c7728a6f02f79bde6a40fffe3a062041

I sindaci dei Comuni dell'Unione si costituiscono parte civile

Sono stati rinviati a giudizio su richiesta della Procura di Reggio Emilia il comandante della polizia municipale dell'Unione della Val d'Enza Cristina Caggiati, il suo vice Tito Fabbiani e l'ispettore Annalisa Pallai.

Lo scandalo emerso nel luglio scorso dopo un'inchiesta condotta dal pm Valentina Salvi aveva portato alla luce diverse contestazioni di reato, a vario titolo, di concussione, abuso d'ufficio, peculato, omessa denuncia, truffa aggravata ai danni dello Stato, bossing e mobbing. Il gip dispose gli arresti ai domiciliari per Fabbiani - che secondo le accuse avrebbe messo in piedi un vero e proprio sistema di potere all'interno della caserma - e la sospensione dal servizio di Pallai (compagna di Fabbiani). Il 4 agosto scorso è stata sospesa Caggiati, accusata di omessa denuncia. I sindaci dei rispettivi Comuni dell'Unione hanno annunciato la decisione di costituirsi parte civile per "il danno d'immagine e credibilità".

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.