Zootecnia: 'Pascoli d'oro' a Etroubles, un indagato

Valle D'Aosta
dfb37cb8f682bd2d4a0e9d9893d11445

Pm, "contributi Pac per pascolo in terreni mai raggiunti"

   Percepiva dalla Regione Lombardia contributi europei della Politica agricola comunitaria (Pac) per portare al pascolo bestiame nei terreni sopra Etroubles (Aosta) dove in realtà - secondo gli inquirenti - gli animali non venivano condotti o lo erano in modo difforme.
    Indagato per truffa aggravata e falso, Ettore Capelloni, di 41 anni, di Gottolengo (Brescia), è stato sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di dimora nel suo comune di residenza e al divieto temporaneo di esercizio di attività di impresa in ambito agricolo per sei mesi dal Corpo forestale della Valle d'Aosta e dalla polizia provinciale del Verbano-Cusio-Ossola. L'ordinanza è stata firmata dal gip Giuseppe Colazingari su richiesta del pm di Aosta Luca Ceccanti.
    L'indagine, denominata 'Pascoli d'oro' dagli investigatori, ha riguardato il periodo 2013-2019 ed è nata da una segnalazione del personale del servizio veterinario valdostano: erano stati trovati animali abbandonati e carcasse in alcuni alpeggi di alta montagna affidati per il pascolo ad aziende riconducibili a Capelloni.
    Dalla fine del 2018 il Corpo forestale ha svolto sopralluoghi, anche con i droni, acquisito atti e sentito allevatori valdostani che hanno testimoniato, e fornito fotografie, sulle presunte assenze dell'allevatore bresciano, o comunque di suoi dipendenti, sulle zone che invece avrebbe dovuto pascolare. I pascoli comunali a monte di Etroubles erano stati presi regolarmente in affitto a partire dal 2013.
   

Aosta: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24