Clima, foreste europee in sofferenza a causa della siccità

Ambiente

Alberi resistenti come faggi, pini e abeti sotto stress per il caldo. Le temperatura si sono alzate di 1,2 gradi rispetto al 2003, di 3,3 rispetto al trentennio 1961-1990

Il caldo e la siccità fanno soffrire le foreste europee e i loro alberi più robusti. Sono questi i risultati di una ricerca condotta da un gruppo di scienziati elvetici dell'Università di Basilea che hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista Basic and Applied Ecology. Nessun anno dall'inizio delle registrazioni meteorologiche è stato caldo e secco come il 2018. Una prima analisi completa delle conseguenze di questo evento di siccità e caldo mostra che le foreste dell'Europa centrale hanno subito danni a lungo termine.

Soffrono anche faggi, pini e abeti

approfondimento

Caldo record in Antartide, oltre 18 gradi

Persino le specie arboree considerate resistenti alla siccità, come faggi, pini e abeti d'argento, hanno sofferto. Nel 2018 la temperatura media durante il periodo di vegetazione degli alberi era di 1,2 gradi al di sopra del valore del 2003 e di 3,3 gradi al di sopra della media degli anni dal 1961 al 1990. Parte dell'analisi, che è stata ora pubblicata, include le misurazioni effettuate nel sito di ricerca Swiss Canopy Crane II a Basilea, dove sono state condotte ampie ricerche fisiologiche sugli alberi.

Colpiti dalla mancanza di acqua

approfondimento

Africa, muoiono baobab millenari per il cambiamento climatico

L'obiettivo di queste indagini è comprendere meglio come e quando gli alberi sono colpiti dalla mancanza di acqua al fine di contrastare le conseguenze dei cambiamenti climatici attraverso misure di gestione mirate.

Ambiente: I più letti