Roma: Villa Borghese ospita la mostra su Bernini, l’artista universale

Oltre 80 opere dello scultore, pittore, architetto saranno protagoniste di un'esposizione aperta dall’1 novembre al 4 febbraio nella Capitale. Tra queste, anche alcune inedite. ''Un allestimento del genere poteva essere solo qui'', ha detto la direttrice Coliva. FOTO
  • ©ANSA
    Scultore, pittore, architetto ma non solo: Gian Lorenzo Bernini è stato anche regista di macchine sceniche e di monumentali imprese urbanistiche. Per questo motivo è riconosciuto come il "maestro universale". Alcune tra le sue più celebri opere saranno al centro di una mostra allestita dall'1 novembre al 4 febbraio nelle sale della Galleria Borghese a Roma – Festa del Cinema di Roma, tutte le mostre in programma
  • ©ANSA
    La Galleria da sempre custodisce alcuni dei capolavori più famosi del Bernini. Dagli esordi con il padre Pietro ai gruppi marmorei borghesiani, dai bozzetti dei primi ritratti, a quelli scolpiti, per la prima volta, in questa occasione, lo spettro creativo dell'artista è riproposto nella sua interezza con circa 80 opere - Milano, "Il mondo fuggevole di Toulouse-Lautrec" in mostra. FOTO
  • ©ANSA
    ''Una mostra del genere poteva essere allestita solo qui'', ha detto la direttrice della Galleria Borghese Anna Coliva – Tate Britain, in mostra la serie "Houses of Parliament" di Monet. FOTO
  • ©ANSA
    Nella sua lunga carriera, Bernini lavorò sotto nove pontefici, ognuno con un progetto culturale proprio per la Roma del '600, ma solo con il Papa Barberini il maestro assunse la sua completa identità di "artista universale". Urbano VIII voleva fare di lui ''il Michelangelo del suo tempo'' – Festa del Cinema di Roma, tutte le mostre in programma
  • ©ANSA
    Bernini è stato un genio assoluto, che la mostra rimarca in ogni sala: il percorso espositivo enfatizza non solo i capolavori più conosciuti, ma anche le opere degli studi più recenti – Milano, "Il mondo fuggevole di Toulouse-Lautrec" in mostra. FOTO
  • ©ANSA
    L’importanza della mostra è sottolineata anche dai suoi costi: 150 mila euro di premi assicurativi, 500 mila euro per i trasporti e 62 mila per il restauro di Santa Bibiana. Realizzazioni possibili grazie a importanti sponsorizzazioni – Tate Britain, in mostra la serie "Houses of Parliament" di Monet. FOTO
  • ©ANSA
    "Si tratta della realizzazione di un sogno idealmente ricollegato all'esposizione che nel 1998 inaugurò la riapertura dopo un restauro infinito della Galleria", ha concluso la direttrice Coliva - Milano, "Il mondo fuggevole di Toulouse-Lautrec" in mostra. FOTO