Oscar 2017, “La La Land” da record. In corsa anche "Fuocoammare". FOTO

Le nomination dell’ 89esima edizione degli Academy awards vedono come protagonista il musical di Damien Chazelle, che con 14 candidature eguaglia il primato di "Titanic". L’Italia concorre per il miglior documentario con l’opera di Gianfranco Rosi sugli immigrati a Lampedusa. Sei le candidature per altrettanti interpreti di colore dopo le polemiche dello scorso anno. La cerimonia il 26 febbraio a Los Angeles. LA FOTOGALLERY 

  • ©Getty Images
    L’Italia è in corsa ai prossimi Academy awards, in scena il 26 febbraio: “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi è tra i candidati al titolo di Miglior documentario. Bottino pieno per “La La Land”, che mette a segno 14 nomination. A differenza dello scorso anno, questa volta gli Oscar non saranno #sowhite: sono sei gli interpreti di colore in lizza per un premio - "Fuocoammare" di Gianfranco Rosi, miglior documentario agli Efa 2016
  • ©Getty Images
    "Fuocoammare" di Gianfranco Rosi, già vincitrice all’ultima edizione del Festival del cinema di Berlino, racconta la vita quotidiana a Lampedusa, isola sulla quale da anni si susseguono gli sbarchi dei migranti. Gli altri aspiranti al titolo di Miglior documentario sono “I'm your negro”, “A life animated”, “Oj: made in America” e “13th” - Berlino: Orso d’oro a "Fuocoammare"
  • ©Getty Images
    Quattordici nomination, incluse quelle più importanti alla regia e agli attori, per il musical “La La Land”. Il film di Damien Chazelle con Ryan Gosling ed Emma Stone (nella foto) ha eguagliato il record di candidature di “Eva contro Eva” e “Titanic”. Seguono a quota otto il fantascientifico “Arrival” e il drammatico “Moonlight”. “La battaglia di Hacksaw Ridge”, “Lion” e “Manchester by the sea” ne hanno raccolte sei a testa. Fermi a quattro “Barriere” e “Hell or high water” – "La La Land" è il miglior film del 2016 per "Rolling stone"
  • ©Getty Images
    Se l’edizione 2016 degli Oscar aveva suscitato critiche e polemiche per la presenza esclusiva di attori bianchi tra i venti candidati, quest’anno sono sei gli interpreti di colore in corsa per una statuetta: Denzel Washington e Ruth Negga nelle categorie principali; Viola Davis, Octavia Spencer e Naomie Harris, da un lato, e Mahershala Ali dall’altro, come non protagonisti. Nella foto, da sinistra: Mahershala Ali e Octavia Spencer - I vincitori dei Golden globe
  • ©Getty Images
    Nove le pellicole che si contenderanno il titolo di Miglior film: “Lion”, “La La Land”, “Arrival”, “Barriere”, “Il diritto di contare”, “La battaglia di Hacksaw Ridge”, “Hell or High Water”, “Manchester by the sea” e “Moonlight”. Nella foto: a sinistra il cast di “La La Land”; in alto a destra quello di “Moonlight”; e, in basso, di “Arrival” - Tutti i look ai Golden globe
  • ©Getty Images
    Si preannuncia un duello molto acceso tra Emma Stone (“La La Land”) e Natalie Portman (“Jackie”) per la statuetta di Miglior attrice protagonista. Con loro la new entry Ruth Negga (“Loving”), la francese Isabelle Huppert (“Elle”) e l’inossidabile Meryl Streep, che grazie alla performance in “Florence Foster Jenkins” ha ottenuto la sua 20esima nomination. Nella foto, da sinistra: Meryl Streep, Natalie Portman ed Emma Stone – Natalie Portman e le altre star che saranno mamme
  • ©Getty Images
    Ryan Gosling e Casey Affleck (nella foto) si contenderanno invece il titolo di Miglior attore protagonista per i loro ruoli in “La La Land” e "Manchester by the sea". A dar loro del filo da torcere ci saranno Denzel Washington (“Barriere”), Andrew Garfield (“La battaglia di Hacksaw Ridge”) e Viggo Mortensen (“Captain Fantastic”) - Ryan Gosling, la carriera di un sex symbol
  • ©Getty Images
    Un mix equilibrato tra veterani di Hollywood e nuove promesse nella categoria Miglior attore non protagonista, in cui si sfideranno Dev Patel (“Lion”), Jeff Bridges (“Hell or high water”), Mahershala Ali ( “Moonlight”), Lucas Hedges (“Manchester by the sea”) e Michael Shannon, che per il ruolo in “Animali notturni” è stato preferito al suo collega di set Aaron Taylor Johnson, trionfatore ai Golden globe e clamorosamente fuori dalla cinquina. Nella foto, da sinistra: Shannon, Mahershala Ali e Jeff Bridges – Le stelle ai National board of review
  • ©Getty Images
    Viola Davis è una delle favorite al titolo di Miglior attrice non protagonista per la sua performance in “Barriere”, che le è già valsa numerosi premi. A insidiare la sua vittoria ci saranno Nicole Kidman (“Lion”), Naomie Harris (“Moonlight”), Octavia Spencer (“Il diritto di contare”) e Michelle Williams (“Manchester by the sea”). Nella foto, da sinistra: Viola Davis, Nicole Kidman e Octavia Spencer – Da Nicole Kidman a Tom Hanks: le star al Palm Springs Festival
  • ©Getty Images
    A più di vent’anni dalla candidatura per “Braveheart”, Mel Gibson torna a concorrere per la statuetta di Miglior regista con “La battaglia di Hacksaw Ridge”. A contendergli il titolo, quattro cineasti alla prima nomination: Denis Villeneuve (“Arrival”), Damien Chazelle (“La la land”), Kenneth Lonergan (“Manchester by the sea”) e Barry Jenkins (“Moonlight”). Nella foto, da sinistra: Denis Villeneuve, Damien Chazelle e Mel Gibson – Mel Gibson compie 61 anni
  • ©Getty Images
    Colpo di scena nella categoria relativa ai migliori film stranieri, dalla quale è stato escluso “Elle” di Paul Verhoeven, vincitore ai Golden globe. A giocarsi il titolo saranno “Toni Erdmann” per la Germania, “Il cliente” per l’Iran, “Land of mine - Sotto la sabbia” per la Danimarca, “A man called love” per la Svezia e “Tanna” per l’Australia. Nella foto, a sinistra il cast di “Toni Erdmann”; e, a destra, gli interpreti de “Il cliente” - I migliori attori del 2016 per "Hollywood Reporter"
  • ©Getty Images
    Doppietta per la Walt Disney nella categoria Miglior film d’animazione: in lizza per un premio ci sono sia “Oceania” che “Zootropolis”. Completano la cinquina “Kubo e la spada magica”, “La mia vita da zucchina” e “La tartaruga rossa”. Nella foto: a sinistra il voice cast di “Oceania”; in alto a destra Sophie Hunger e Claude Barras, che hanno curato rispettivamente musiche e regia di “La mia vita da zucchina”; in basso, il voice cast di Zootropolis – I migliori film Disney degli ultimi 30 anni
  • ©Getty Images
    Alla sua prima nomination il cantante Justin Timberlake. L’ex Nsync è tra i candidati nella categoria miglior canzone originale per la sua “Can’t stop the feeling”, tratta dalla colonna sonora di “Trolls”. Gli altri titoli in gara sono “How far I’ll go” da “Oceania”, scritta da Lin Manuel Miranda; “The audition” e “City of stars”, entrambi tratti da “La La Land”; e “The empty chair” da “Jim: the James Foley story”. Nella foto: a sinistra Justin Timberlake; a destra Lin Manuel Miranda con Dwayne Johnson – USA 2016, selfie al seggio per Justin Timberlake