Indipendent Spirit Awards, Luca Guadagnino è il più nominato

Luca Guadagnino
Luca Guadagnino (Fotogramma)

“Chiamami col tuo nome” ha ottenuto ben sei nomination ai premi dedicati al cinema indipendente. Tra i candidati, anche Jonas Carpignano con “A’ Ciambra” 

Salgono le quotazioni di Luca Guadagnino in vista della grande stagione dei premi cinematografici di Hollywood. Il suo “Chiamami col tuo nome” è infatti la pellicola con il maggior numero di nomination agli “Indipendent Spirit Film Awards”, riconoscimenti assegnati annualmente dall'organizzazione no-profit “Film Independent” per sostenere e promuovere il cinema indipendente. Negli ultimi tre anni tutti i film vincitori della kermesse, ovvero “Moonlight”, “Spotlight” e “Birdman”, si siano poi aggiudicati anche l'Academy Award. A concorrere per un premio agli “Indipendent Spirit Film Awards” ci sarà anche “A Ciambra”, il film scelto per rappresentare l’Italia ai prossimi Oscar.

 

I film più candidati

In totale, sono sei le candidature ottenute da “Chiamami col tuo nome” : Miglior Film, Miglior Attore Protagonista (Timothee Chalamet), Miglior Attore non Protagonista (Armie Hammer), Miglior Montaggio (Walter Fasano) e Miglior Fotografia (Sayombhu Mukdeeprom). Nella categoria Miglior Regia, invece, Luca Guadagnino troverà tra i suoi diretti avversari Jonas Carpignano con il suo “A Ciambra”. Alle spalle di “Chiamami col tuo nome”, con cinque nomination ci sono “Scappa - Get Out” di Jordan Peele e “Good Time “dei fratelli Safdie. Seguono, a quota quattro, “Lady bird” di Greta Gerwig e “The Rider” di Chloé Zhao. Solo tre candidature per “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”, presentato all’ultima mostra del cinema di Venezia e tra i favoriti agli Oscar. I premi saranno assegnati dall'organizzazione no-profit Film Independent il prossimo 3 marzo a Santa Monica. 

"Chiamami col tuo nome"

“Chiamami col tuo nome” arriverà nelle sale italiane l'8 febbraio dopo un lungo e trionfale percorso attraverso i principali festival internazionali tra cui Sundance, Berlino, Toronto, Sidney, San Sebastian, Londra e Rio de Janeiro. Tratto dell'omonimo romanzo di André Aciman, il film è ambientato negli anni ’80 sulla Riviera ligure. Qui il diciassettenne Elio, interpretato da Timothée Chamalet, vivrà le sue prime esperienze sentimentali dopo l'incontro con uno studente americano, Oliver (Armie Hammer). Completano il cast Michael Stuhlbarg, Amira Casar e Esther Garrel.

 


TAG: