È morto Jonathan Demme, regista de "Il silenzio degli innocenti"

Il regista Jonathan Demme in una foto d'archivio (Getty)
3' di lettura

Il film maker statunitense aveva 73 anni ed era malato da tempo. Nel 1992 ha vinto il premio Oscar per la miglior regia della pellicola cult con Anthony Hopkins e Jodie Foster. L’anno seguente ha girato “Philadelphia”, interpretato da Tom Hanks

Il regista Jonathan Demme è morto a New York a 73 anni. L’autore di film come “Il silenzio degli innocenti” e “Philadelphia” era affetto da tempo da un cancro all'esofago ed è deceduto per complicazioni legate sia al tumore che a problemi cardiaci, secondo quanto riporta la rivista Variety. Demme deve la sua fama planetaria al film cult del 1991 interpretato da Jodie Foster e Anthony Hopkins, per il quale vinse l'Oscar per la miglior regia. L’altra sua pellicola di enorme successo è stata “Philadelphia”, che nel 1993 ha lanciato la carriera di Tom Hanks e Denzel Washington, toccando una tematica all’epoca molto sensibile come quella dell’Aids.

La carriera di Demme

Il suo esordio dietro la macchina da presa risale al 1974 quando ha girato “Femmine in gabbia”, ottenendo poco successo. Nel 1979 ha diretto “Il segno degli Hannan” con Roy Scheider e Christopher Walken nel cast. Il primo buon riscontro di pubblico è arrivato nel 1980 con la commedia “Una volta ho incontrato un miliardario”. Nella seconda metà degli anni ’80 ha diretto due commedie che hanno avuto ottimi consensi: “Qualcosa di travolgente”, interpretato da Melanie Griffith e Jeff Daniels, e “Una vedova allegra ma non troppo” con Michelle Pfeiffer e Matthew Modine.

Il successo planetario

Nel 1991 Demme ha diretto “Il silenzio degli innocenti” (The Silence of the Lambs), basato sul romanzo di Thomas Harris, incentrato sulla figura del serial killer Hannibal Lecter e il suo rapporto con l’agente Fbi Clarice Starling.  L’anno dopo Demme vince l’Oscar come miglior regista e la pellicola si aggiudica le statuette per miglior film, miglior sceneggiatura, miglior attore e miglior attrice protagonisti. Solo tre film nella Storia hanno vinto tutti e cinque i riconoscimenti più prestigiosi. Per lo stesso film Demme ha vinto anche l’Orso d’Argento a Berlino. 

Il trionfo di “Philadelphia"

Un anno dopo, nel 1993 ha ottenuto un altro enorme successo con “Philadelphia”, raccontando la storia di Andrew Beckett, avvocato gay che scopre di essere malato di Aids e viene licenziato. Per il ruolo principale Tom Hanks perse 16 chili e vinse l’Oscar l’anno seguente. La pellicola viene ricordata anche per la colonna sonora. La canzone “Streets of Philadelphia” di Bruce Springsteen vinse una statuetta e il videoclip è stato girato dallo stesso Demme. Negli ultimi anni il regista ha diradato le apparizioni pubbliche dirigendo solo poche altre pellicole. Tra queste si ricorda “Rachel sta per sposarsi” del 2008.

Il video di Streets of Philadelphia diretto da Demme:

Leggi tutto