Milano, tutto pronto per la "Design week 2017"

Una delle 30mila cartine "The Map" che saranno distribuite durante la manifestazione (Foto: Comune di Milano)
1' di lettura

Dal 4 al 9 aprile, in concomitanza con il Salone del mobile, il capoluogo lombardo verrà animato da oltre mille eventi che daranno la possibilità a milanesi e turisti di scoprire giovani designer e tecniche innovative

Milano si prepara ad accogliere uno degli eventi più attesi dell’anno in grado di attrarre centinaia di migliaia di turisti e di animare le strade della città con eventi ed esposizioni. Si tratta della Milano Design Week che dal 4 al 9 aprile porterà la progettazione creativa non solo all’interno del Salone del mobile ma anche in molti quartieri del capoluogo lombardo con il Fuorisalone. Saranno più di mille gli eventi a cui partecipare, di cui oltre la metà patrocinati dal Comune di Milano con l’obiettivo di valorizzare giovani designer ma anche tecniche innovative nel segno della manifattura digitale.

 

Innovazione e cultura del progetto – A differenza delle precedenti edizioni, quest’anno la settimana del design potrà contare su due nuovi distretti (che in totale saranno 11) dedicati alla creatività: Isola Design District e Design Cadorna. Al loro interno, grazie a 100 giovani volontari delle scuole di design, si potrà andare alla scoperta dell’innovazione e della cultura del progetto. Due temi che saranno al centro anche delle esposizioni e degli eventi che verranno organizzati nello spazio simbolo della Fabbrica del Vapore. Nella "Cattedrale" a due passi dal Cimitero monumentale verrà ospitata la retrospettiva curata da Beppe Finessi "Salone Satellite: 20 anni di nuova creatività", che raccoglierà i migliori progetti presentati negli ultimi due decenni dalle oltre 270 scuole internazionali di design che hanno partecipato alle edizioni precedenti. Giovani designer internazionali che saranno protagonisti anche nel quartiere Bovisa con "A letto con il Design", un'iniziativa che trasformerà l’ex fabbrica di via Cosenz 44/4 in un ostello temporaneo per esporre e far convivere i makers in uno spazio ibrido tra casa, fabbrica e galleria.

 

Tecnologia e sostenibilità – "Per questa edizione della Milano Design Week - ha spiegato durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento l’assessore alle politiche per il Lavoro, Moda e Design di Milano, Cristina Tajani - in analogia con quanto sta avvenendo in altre metropoli a livello globale, abbiamo voluto valorizzare un percorso di riflessione sui temi di manifattura 4.0". Innovazione tecnologica, coesione sociale e sostenibilità ambientale nel settore del design e dell’arredo che saranno, secondo l’assessore, il tratto distintivo di questa edizione in tutti i distretti. Tra le iniziative dedicate a questi temi ci sarà "Green smart living", un modulo abitativo, proposto dalla confederazione nazionale dell'artigianato, che si occuperà di promuovere la cultura del vivere sano e sostenibile per spazi di architettura ibrida, green e social e "rOBOTRIP | open tools for art and design", un progetto di ricerca sperimentale nel mondo della robotica applicata. Il distretto Tortona, invece, ospiterà la mostra "New materials for a smart city" che avrà l’obiettivo di offrire al pubblico una panoramica sulle nuove frontiere dell'innovazione per la creazione della città intelligente.

 

Come orientarsi – Per orientarsi nel migliore dei modi tra i molti eventi in programma si potrà usufruire di supporti sia "analogici che digitali": in occasione della Milano Design Week verranno stampate oltre 30mila cartine cartacee "The Map" e saranno messe a disposizioni tre app, Visit Milano, Salone del Mobile Milano e Fuorisalone.it. Con questi strumenti, oltre al calendario degli eventi, sarà possibile scoprire, sia in italiano che in inglese, i mezzi di trasporto più funzionali, i punti di interesse e le indicazioni per raggiungere gli 11 distretti cittadini dedicati al design.

 

Regia unica – L’assessore Cristina Tajani, durante la conferenza stampa che si è svolta a palazzo Morando e alla quale hanno partecipato anche il direttore generale del Salone del Mobile, Marco Sabetta e Marva Griffin, ideatrice del Salone Satellite, ha annunciato che l’evento avrà una regia unica sia sul piano organizzativo che su quello dell’accoglienza. “Si tratta di un bell’esempio di collaborazione tra istituzioni pubbliche e soggetti privati e vuole essere il segno della valorizzazione della cultura del bello, della ricerca e dell’innovazione in città” ha dichiarato. 

Leggi tutto