È morto Cino Tortorella, per tutti era Mago Zurlì allo Zecchino d’Oro

Cino Tortorella insieme a Topo Gigio in una foto d'archivio (Ansa)
1' di lettura

Il conduttore e autore tv a giugno avrebbe compiuto 90 anni. Nel 1956 creò il celebre personaggio e tre anni dopo ideò la trasmissione canora per bambini che ha presentato per 51 edizioni, entrando anche nel Guinness dei Primati

È morto a Milano Cino Tortorella, il presentatore tv il cui volto è indissolubilmente legato al Mago Zurlì: personaggio con cui per tanti anni ha condotto lo Zecchino d'Oro. A giugno avrebbe compiuto 90 anni. Autore e regista, era anche appassionato ed esperto di enogastronomia. 

 

Gli esordi in teatro - Nato a Ventimiglia, all’anagrafe si chiamava Felice, si dedicò fin da giovane al teatro. Allievo della Scuola d'Arte Drammatica del Piccolo di Milano, nel 1956 mise in scena di una pièce per ragazzi dal titolo “Zurlì, mago Lipperlì”, dalla quale verrà tratta la sceneggiatura del suo primo programma televisivo "Zurlì, mago del giovedì", andato in onda nel 1957 per volere di Umberto Eco.

 

Lo Zecchino d'Oro - Nel 1959 ha concepito e progettato la manifestazione canora dello Zecchino d’Oro, che è andata in onda per la prima volta quello stesso anno. Tortorella ha condotto la trasmissione per 51 edizioni, dalla prima, fino a quella del 2008. Fino al 1972 ha impersonato il ruolo del famosissimo Mago Zurlì.

 

Nel 2002, in occasione della 45esima edizione dello Zecchino d'Oro, Tortorella è entrato nel Guinness dei Primati per aver presentato lo stesso spettacolo più a lungo di chiunque altro al mondo. Nel 2009 era stato ricoverato all’ospedale Sacco di Milano per un grave attacco ischemico.

Leggi tutto