Oscar, banditi dalla Academy i responsabili della gaffe

1' di lettura

I rappresentanti della PriceWaterhouseCoopers, Brian Cullinan e Martha Ruiz, non lavoreranno mai più agli Academy awards, dopo l'errore causato nell'annuncio del vincitore della categoria Miglior film

Banditi dagli Oscar: questo il verdetto dell'Academy contro Brian Cullinan e Martha Ruiz, depositari delle buste con i nomi dei vincitori per le varie categorie dei premi Oscar. Lo ha reso noto Cheryl Boone Isaacs, presidente della Academy awards, a conclusione dell'indagine sulla gaffe durante la notte degli Oscar nell'annuncio del vincitore per la categoria Miglior film. Inoltre, nella dichiarazione ufficiale dell'organizzazione è stato aggiunto che sarà rivisto anche lo stesso rapporto con l'agenzia PriceWaterhouseCoopers, incaricata della raccolta voti, per la quale Cullinan e Ruiz lavorano. Lo riporta Associated press.

 

La gaffe storica - La sera di domenica 26 febbraio il Dolby Theatre, luogo della cerimonia dei premi Oscar, 33 milioni di persone in tutto il mondo hanno assistito alla gaffe più eclatante nella storia degli Academy awards. Warren Beatty e Faye Dunaway, incaricati di assegnare il premio più ambito (Miglior film), si sono trovati tra le mani una busta in cui si annunciava la Miglior attrice protagonista: Emma Stone per "La la land". Beatty, confuso, ha passato la busta sbagliata alla sua partner, che ha letto solo il nome del film, illudendo il cast di "La la land" di una vittoria anche in questa categoria. Il produttore del film ha poi annunciato il vero vincitore, "Moonlight". La reazione sui social è stata dirompente. Responsabile di questo scambio di buste è stato Brian Cullinan.

 

L'errore di Cullinan - Cullinan avrebbe commesso l'errore a causa di una distrazione. Infatti, avrebbe consegnato la busta mentre postava su Twitter una foto del backstage con Emma Stone, fresca vincitrice del titolo di Miglior attrice protagonista per il suo ruolo in "La la land". "Variety" ha diffuso due immagini in cui si può vedere Cullinan reggere due buste e distrarsi con il proprio smartphone. La Pwc si è assunta la totale responsabilità dell'incidente, scusandosi pubblicamente con i cast del film di Damien Chazelle e di "Moonlight". Inoltre, "una volta che l’errore è accaduto, non è stato seguito il protocollo per correggerlo in modo abbastanza veloce da mister Cullinan o da uno dei suoi collaboratori", si legge nella nota della PriceWaterhouseCoopers.

 

 

La decisione dell'Academy - "Negli ultimi 83 anni, l'Academy ha riposto la propria fiducia in Pwc nel gestire la difficile procedura di raccolta voti e l'accurata consegna dei risultati," si legge in un comunicato dell'Academy che cerca di spiegare l'accaduto. Dopo le indagini l'organizzazione è giunta alla conclusione di revocare l'incarico a Brian Cullinan e Martha Ruiz, responsabili non solo dell'errore delle buste, ma anche di non aver saputo reagire tempestivamente per porvi rimedio. "Una volta constatato l'errore, i protocolli per correggerlo non sono stati seguiti abbastanza velocemente da Cullinan e dalla sua partner", ha dichiarato Boone Isaac. La presidente dell'Academy ha espresso il suo rammarico sullo sbilanciamento verso i 90 secondi di imbarazzo provocati dall'errore, "che hanno oscurato la brillante riuscita della giornata". Da Pwc, in risposta alla decisione dell'Academy, è giunta la conferma dell'allontanamento di Cullinan e Ruiz dal compito, ma non dall'azienda: "Rimarranno nostri partner", come riporta "Bloomberg".

 

Leggi tutto