Virus Chikungunya, cos'è e come viene trasmesso

Il virus chikungunya si trasmette attraverso la puntura di zanzare infette (Getty Images)
3' di lettura

L'agente patogeno che ha causato tre infezioni nel Lazio e che si diffonde attraverso le punture di zanzare infette, può scatenare febbre acuta e sintomi simili a quelli influenzali

L’Istituto superiore di sanità definisce la Chikungunya come una malattia virale, trasmessa dalla puntura di zanzare infette, che può provocare febbre acuta e sintomi simili all’influenza. Nella zona di Anzio, nel Lazio, sono stati segnalati in questi giorni vari casi, anche se secondo l’Iss il rischio di un’ulteriore diffusione è considerato basso a livello regionale e molto basso al livello nazionale e internazionale. La prima epidemia conosciuta di questa infezione è avvenuta in Tanzania nel 1952, anche se già molto prima - nel 1779 - un fenomeno molto simile, e probabilmente attribuibile allo stesso agente, sarebbe stato descritto in Indonesia. In Italia i primi casi noti vennero registrati nel 2007 in Emilia Romagna.

Chikungunya, sintomi ed evoluzione

La Chikungunya ha un periodo di incubazione che va dai 3 ai 12 giorni, dopo i quali cominciano a comparire sintomi molto simili a quelli influenzali come febbre alta, brividi, mal di testa, nausea, vomito; particolari sono le intense artralgie, cioè dolori articolari, da cui deriva il nome dell’infezione. Chikungunya, infatti, in lingua swahili, significa “ciò che curva” o “contorce”. I dolori sarebbero tali, secondo l’Istituto superiore di sanità, da limitare in maniera importante i movimenti dei pazienti e possono persistere anche per mesi. Le complicazioni possono essere di natura emorragica e, soprattutto nei bambini, neurologica, anche se l’Istituto superiore di sanità sottolinea come questa eventualità sia da considerare rara. Ancora più rari sarebbero i casi in cui la Chikungunya può risultare fatale.

Cause della malattia e terapie

Il virus responsabile dell’infezione appartiene alla famiglia delle togaviridae, del genere degli alphavirus. Viene trasmesso da zanzare infette del genere Aedes, le stesse che diffondono anche febbre gialla e dengue. Questo insetto è presente soprattutto nelle aree rurali, mentre è assai più raro se non assente in prossimità dei centri abitati. Anche la Aedes albopictus, nota come zanzara tigre, è un importante vettore di questa malattia virale. Al momento non esiste alcun trattamento specifico contro la Chikungunya. La terapia, quindi, consiste nella somministrazione di farmaci utilizzati in particolare per alleviare i dolori articolari, nel riposo a letto e nella reintegrazione dei liquidi. Per evitare che l’infezione si diffonda ulteriormente, le persone affette dovrebbero essere protette con repellenti applicati sulla pelle e l’utilizzo di zanzariere e insetticidi negli ambienti in cui soggiornano.

Leggi tutto
Prossimo articolo