Boldrini aderisce a Liberi e Uguali e si candiderà con Grasso

2' di lettura

La presidente della Camera ha annunciato il suo ingresso nel partito di Pietro Grasso, con il quale correrà alle prossime elezioni politiche. “Sarà una forza aperta, inclusiva e di governo: potenzialità per ricostruire un centrosinistra innovativo e in discontinuità”

La presidente della Camera Laura Boldrini ha annunciato la sua adesione a Liberi e Uguali, la formazione guidata da Pietro Grasso, con la quale si candiderà alle prossime elezioni politiche. Ci sono "le potenzialità di conseguire l'obiettivo di ricostruire un centrosinistra innovativo e in discontinuità”, ha detto Boldrini intervenendo presso lo Spazio Cerere di Roma. "Sono sicura che sarà una forza aperta, inclusiva e di governo" ha aggiunto.

La decisione di Boldrini

"Ho seguito con interesse il tentativo di Pisapia di ricostruire il centro-sinistra in discontinuità. Il tentativo è fallito, ne abbiamo preso atto ma ora abbiamo il dovere di fare di tutto per evitare la crescita dell'astensionismo nell'elettorato progressista. Sono convinta che LeU ne abbia la potenzialità. Per questo il mio viaggio continuerà con loro. E saremo in tanti”, ha spiegato la presidente della Camera.

“LeU forza aperta e inclusiva”

In mattinata Boldrini aveva annunciato che era “arrivato il momento di scegliere lungo quale strada proseguire il cammino e proprio con voi voglio condividere questa decisione”, spiegando che avrebbe sciolto le riserve nel pomeriggio. Nel suo messaggio la presidente di Montecitorio ha elencato le sue "parole chiave” come ad esempio i diritti delle donne, la tutela in Rete, l'antifascismo. Quindi, ha sottolineato: "L'ultima parola chiave è coerenza. Cercherò di dare un contributo alla lista di Grasso, Liberi e uguali - e nel mio caso Libere e uguali, mi piace questo nome”. Tra i primi a congratularsi proprio l'attuale presidente del Senato.

Le altre reazioni 

"La scelta di Laura Boldrini di impegnarsi nel movimento Liberi e Uguali ha un grande valore”, ha detto Massimo D’Alema. “Anzitutto per il rilievo della sua personalità, per la straordinaria passione umana e civile con cui si è sempre battuta per i diritti delle donne e per la difesa dei diritti umani, prima sulla scena internazionale, nell'ambito delle Nazioni Unite e poi nelle istituzioni del nostro Paese”. Soddisfatto anche il segretario di Possibile, Pippo Civati, esponente di Liberi e Uguali: “L'annuncio di Laura Boldrini è un bel regalo di Natale. La presidente della Camera porterà un valore aggiunto al nostro progetto”.

Data ultima modifica 22 dicembre 2017 ore 19:30

Leggi tutto
Prossimo articolo