Pensionato va al centro massaggi, moglie fa scoprire giro prostitute

Dopo i controlli sulla struttura massaggi, i carabinieri hanno arrestato una donna e denunciato un'altra a piede libero (archivio LaPresse)
2' di lettura

E' accaduto a San Donato Milanese. La donna si era rivolta ai carabinieri. Dopo un controllo presso la struttura, i militari hanno arrestato la titolare dell'impresa e denunciato la proprietaria del negozio

Stanca di veder il marito dissipare parte della pensione in centri massaggi cinesi, ha chiesto aiuto ai carabinieri permettendo di scoprire un giro di prostituzione. È accaduto in provincia di Milano, dove la moglie di un pensionato si è rivolta agli agenti di San Donato Milanese per cercare di risolver la sua vicenda familiare.

Le indagini sui centri massaggi

Secondo quanto reso noto dalle autorità, la donna avrebbe più volte lamentato il fatto che il marito 65enne spendesse buona parte delle sue entrate in un centro massaggi cinese. Da qui il sospetto della donna, che all'interno del centro non avvenissero solo massaggi terapeutici, ma vere e proprie prestazioni di natura sessuale. La sua segnalazione, insieme a quella di altre raccolte dai carabinieri in zona, ha permesso ai militari di individuare un centro massaggi orientali vicino alla strada statale Paullese, in cui gli investigatori ritengono avvenissero anche attività di prostituzione.

Un arresto e una denuncia

Nel corso dei controlli sulla struttura, i militari hanno arrestato una cittadina cinese di 39 anni residente a Milano. La donna, titolare del centro, è stata arrestata in flagranza di reato per sfruttamento della prostituzione mentre incassava 100 euro da parte di un cliente. Un'altra cittadina cinese, di 43 anni e residente a Milano, già nota alle forze dell'ordine, è stata denunciata a piede libero per lo stesso reato, in quanto proprietaria del negozio. Identificati durante i controlli anche quattro clienti e altrettante ragazze, tutte originarie della Cina.

Leggi tutto
Prossimo articolo