Popolari, De Benedetti al telefono: "Renzi ha detto che decreto passa"

Una foto d'archivio di Matteo Renzi e Carlo De Benedetti (Ansa)
2' di lettura

Nel 2015 l’Ingegnere disse di aver avuto rassicurazioni sul provvedimento. La registrazione è ora nel fascicolo alla Commissione banche. La procura ha chiesto l’archiviazione dell’inchiesta: l’ex premier e l’imprenditore esclusero veicolazione di informazioni riservate

Nel gennaio 2015, pochi giorni prima che il decreto sulle Popolari venisse varato, l’imprenditore Carlo De Benedetti avrebbe raccontato al telefono di aver ricevuto rassicurazioni da Matteo Renzi sul fatto che il provvedimento sarebbe passato. Come riportano alcuni quotidiani, tra cui il Corriere della Sera, una telefonata del 16 gennaio 2015 tra l’Ingegnere e il professionista che curava i suoi investimenti in Borsa, rimasta finora segreta, sarebbe adesso allegata al fascicolo trasmesso alla Commissione parlamentare banche dalla Procura di Roma. 

Dai dubbi della Consob alla richiesta di archiviazione

Tutto nasce da una segnalazione fatta in quei giorni dal presidente della Consob, la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. Giuseppe Vegas spiegò in Parlamento che fu “rilevata la presenza di alcuni intermediari con un’operatività potenzialmente anomala” con acquisti prima del 16 gennaio, prima che si sapesse “dell’intenzione del governo di adottare il provvedimento”. Gli atti Consob furono trasmessi alla Procura di Roma e nel maggio seguente vennero interrogati anche De Benedetti e Renzi, entrambi come persone informate dei fatti. I due confermarono di aver avuto contatti in quei giorni, negando però alcuno scambio di informazioni riservate. I pm romani chiesero l’archiviazione dell’indagine ritenendo che non fosse stato commesso insider trading perché nella telefonata “De Benedetti si limita ad affermare di aver appreso di un intervento”. La valutazione ora sarà esaminata dalla Commissione parlamentare che deve scrivere la relazione sugli accertamenti compiuti negli ultimi mesi sulla gestione della crisi delle banche Popolari.

La telefonata registrata

La conversazione telefonica, riportata dai giornali, risale dunque al 16 gennaio 2015: Carlo De Benedetti era al telefono con Gianluca Bolengo, referente della società che si occupa dei suoi investimenti. Il colloquio venne registrato così come previsto dalla normativa sulle intermediazioni finanziarie. L’imprenditore disse: “Il governo farà un provvedimento sulle Popolari. Passa, ho parlato con Renzi ieri”. Il provvedimento, quattro giorni dopo, il 20 gennaio 2015, venne approvato. 

Leggi tutto
Prossimo articolo