Milano, catturati due serpenti esotici: multata una proprietaria

Un esemplare di boa (Getty Images - Foto di repertorio)
2' di lettura

I rettili, tra cui un boa albino, sono stati recuperati in due diverse zone della città: ancora ignoto il padrone del secondo animale

Due serpenti esotici sono stati avvistati e catturati a Milano. Si tratta di un boa albino e di un lampropeltis, un rettile di origine messicana: il primo è stato restituito al legittimo proprietario, che è stato multato per l'accaduto, mentre il secondo è stato consegnato agli operatori dell'Enpa, ma nessuno lo ha ancora reclamato.

Individuato il padrone del boa albino

L'"allarme" riguardante il boa albino è scattato alle 8 del mattino, quando una telefonata al Comando della Polizia locale ne ha segnalato la presenza in un cortile di una palazzina di via Vergiate, in zona Quarto Oggiaro. È stato immediatamente avvisato il proprietario, che si trovava fuori città e ha avvertito la madre, incaricata della custodia dell'animale, affinché lo recuperasse. Quest'ultima sarebbe stata multata per omessa custodia e malgoverno di animali.

Il secondo rettile recuperato

La vicenda dell'altro serpente era invece già iniziata da circa 15 giorni, quando alcuni cittadini lo avevano avvistato in un giardino di un edificio di via Ingegnoli (zona Lambrate-Città Studi): in quel caso non era però stato possibile catturarlo. Questa volta invece il rettile è stato recuperato, in seguito alle telefonate di segnalazione arrivate ai Vigili del Fuoco, ma è ancora ignoto chi sia il proprietario.

Il fenomeno dell'abbandono

"Purtroppo - ha sottolineato Ermanno Giudici, presidente di Enpa Milano - sono davvero pochi i casi in cui, come per il boa, il serpente viene riconsegnato al proprietario. Spesso questi animali non evadono accidentalmente dalla propria teca ma probabilmente vengono abbandonati". Una situazione che complica ulteriormente il problema: "Il loro ritrovamento in questi casi diventa di difficile gestione perché non esistono centri di recupero per rettili esotici e quando ci vengono consegnati non è facile trovare una valida collocazione".

Leggi tutto
Prossimo articolo