Locorotondo, uccide la moglie malata e si toglie la vita

Presunto caso di omicidio-suicidio a Locorotondo (foto d'archivio, Getty Images)
1' di lettura

I corpi senza vita della coppia, di 78 e 82 anni, sono stati trovati nell'appartamento in provincia di Bari dalla badante

Non sopportava più di vederla malata e per questo l'avrebbe uccisa: sembra questo il movente di un caso di omicidio-suicidio avvenuto a Locorotondo (Bari). Secondo le prime ricostruzioni dei Carabinieri il presunto omicida, coniuge della vittima, avrebbe tolto la vita alla moglie da tempo affetta dal morbo di Alzheimer, e quindi si sarebbe suicidato.

La dinamica del delitto di Locorotondo

I corpi dell'uomo, 78 anni, e della moglie, 82, sono stati trovati dalla badante la mattina del 22 giugno nella loro casa di Locorotondo verso le 7 di mattina. Quaranta minuti dopo la figlia della coppia, avvisata dalla badante, si è recata dai Carabinieri per denunciare il fatto. A quanto si apprende da fonti vicine agli inquirenti, la ricostruzione della dinamica delittuosa sarebbe stata semplificata da una lettera lasciata dal presunto omicida in cui verrebbero spiegati i motivi del gesto.

Leggi tutto