Roma, Tar sospende ordinanza su divieto delle attività dei centurioni

2' di lettura

Il tribunale amministrativo ha accolto il ricorso dell’associazione che comprende figuranti e artisti di strada. Bloccata la norma voluta dalla sindaca Virginia Raggi perché “non si può trattare come un’emergenza”. A dicembre l'udienza di discussione del merito

Il Tar ha sospeso l'ordinanza con la quale il sindaco di Roma Virginia Raggi, lo scorso dicembre, ha disposto, il divieto delle attività dei centurioni nel centro storico della Capitale. Il tribunale amministrativo ha accolto il ricorso di un gruppo di “centurioni” romani e dell'associazione “centurioni e artisti di strada”. (L'ORDINANZA)

La decisione del Tar

Il Tar, considerato che "le ordinanze urgenti rappresentano il rimedio approntato dall'ordinamento per far fronte a situazioni di emergenza impreviste”, ha rilevato che nel caso specifico contestato "gli episodi richiamati nelle relazioni depositate negli atti non appaiono di entità tale da configurare una vera e propria 'emergenza', non altrimenti fronteggiabile e non giustificano, pertanto, il divieto indiscriminato e più volte reiterato, di svolgere un'attività lecita e comunque avente caratteristiche analoghe a quella dei cosiddetti 'artisti di strada', oggetto di specifica regolamentazione da parte di Roma Capitale". 

Udienza per il merito a dicembre

Il Tar inoltre ha rilevato che “permane tuttora il dovere dell'amministrazione di adottare la disciplina organica anche dell'attività svolta dai cosiddetti centurioni, la quale richiede, quantomeno, il rilascio di un previo titolo autorizzativo” ma l'iter di approvazione di questa regolamentazione, "non è stato nemmeno avviato". La pubblica udienza per la trattazione del merito è stata fissata il prossimo 6 dicembre.

Leggi tutto