Genova: cinghiali a spasso sul lungomare

Una cucciolata di cighiali in un'immagine di repertorio (Getty Images)
1' di lettura

Diverse segnalazioni sulla presenza degli animali si sono susseguite domenica nel capolugo ligure, prima in zona Albaro, poi Sturla. Allarme per il rischio di incidenti stradali

È stata una domenica di visite da parte dei cinghiali a Genova: un fatto ormai non raro nel capoluogo ligure, anche se questa volta gli animali, dall'Appennino, sono sbucati perfino in riva al mare. La presenza dei cinghiali ha iniziato a farsi sentire sin dalla mattinata di domenica 2 aprile, quando sono giunte ai vigili urbani le prime segnalazioni: una coppia di ungulati si trovava a spasso nel quartiere residenziale di Albaro, uno dei più signorili di Genova, a caccia di cibo. Indispensabile, dunque, l'intervento della Polizia municipale per moderare il traffico e evitare incidenti pericolosi soprattutto per i motociclisti. Appena venerdì scorso una situazione analoga aveva provocato un sinistro sulle colline nei pressi del capoluogo ligure, fra i comuni di Genova e di Ceranesi, e mandato all'ospedale il motociclista coinvolto.

 

A spasso dal centro fino alla spiaggia - Un'altra coppia di cinghiali è tornata poi a far visita alle strade di Genova più tardi, intorno alle 22, nei pressi di via Sturla, a est del centro della città. Procedendo sempre più verso il mare i due animali hanno raggiunto corso Italia, fra le più importanti strade che percorrono il litorale. Per evitare ulteriori rischi per il traffico, la polizia municipale ha optato per “confinare” la coppia di cinghiali presso la spiaggia libera di San Giuliano, in attesa dell'intervento delle Guardie zoofile. Ancora nella mattinata di lunedì la presenza degli stessi esemplari è stata nuovamente segnalata vicino a uno dei più esclusivi stabilimenti balneari della città.

 

Ben 22 segnalazioni in 5 giorni - Il capoluogo ligure ha subito numerose incursioni di cinghiali negli ultimi giorni. In particolare, la Polizia municipale ha ricevuto ben 22 segnalazioni in soli cinque giorni. Andando poco più indietro, al 26 marzo, è capitato persino di avvistare due mamme con cuccioli al seguito passeggiare sul greto del fiume Bisagno, attirando numerosi sguardi incuriositi.

 

Leggi tutto