Sfregiata con acido, Gessica è stata dimessa dall’ospedale

1' di lettura

Dallo scorso gennaio la giovane aggredita dall’ex compagno ha subito tre operazioni. Ora, dopo mesi di ricovero, è tornata a casa. Intanto il Comune di Rimini si è costituito parte civile nei confronti dell'imputato

Gessica Notaro, la ragazza di Rimini che è stata aggredita con l’acido dal suo ex compagno quasi due mesi fa, è stata dimessa dall’ospedale Bufalini di Cesena. Ora la giovane, che era ricoverata nella struttura dallo scorso gennaio, è tornata a casa.

 

Sottoposta a tre interventi - Nelle ultime settimane aveva subito tre interventi, due al volto e uno all’occhio sinistro, gravemente danneggiato dopo l’aggressione. Gli interventi sono riusciti, ma bisognerà aspettare ancora qualche settimana per sapere se la donna potrà recuperare completamente la vista. 

 

Il Comune di Rimini si costituisce parte civile - Intanto il Comune di Rimini si è costituito parte civile nei confronti di Lopes Edson Jorge Tavares, l’ex fidanzato della vittima accusato di averla aggredita. Lo si apprende da una nota pubblicata sul sito dell’amministrazione comunale riminese che, in precedenza, aveva già definito “un atto doveroso” quello di costituirsi parte civile, “per dimostrare vicinanza e sostegno a una giovane donna che è attesa da un lungo e non semplice percorso per riacquistare la normalità di cui è stata privata in maniera così drammatica e improvvisa”.

 

Gli obiettivi del Comune: condanna dell'imputato e risarcimento integrale dei danni - Il Comune ribadisce di aver preso questa decisione per “collaborare all’accertamento dei fatti e quindi per ottenere la condanna dell’imputato alle pene di legge per i delitti ascritti, nonché al risarcimento integrale di tutti i danni subiti dalla costituita parte civile”.

Leggi tutto