Riscaldamento globale, rischi anche per possibili effetti sui batteri

Il riscaldamento globale rappresenta una delle più gravi minacce per la biodiversità sul nostro pianeta (foto: Getty Images)
2' di lettura

I cambiamenti climatici potrebbero avere effetti anche sul numero dei batteri instestinali con possibili conseguenze sulla salute. A suggerirlo una ricerca che ha studiato il microbiota delle lucertole comuni

Il riscaldamento globale è una minaccia per il nostro pianeta in quanto trasforma l’habitat di piante e animali rendendone difficile la sopravvivenza. Ma c’è di più: infatti, avrebbe effetti anche sui batteri intestinali dei vari organismi. L’allarme arriva da un team di ricercatori britannici e francesi che hanno analizzato il microbiota di lucertole comuni. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista di settore Nature Ecology & Evolution ed è stato condotto dalle università di Exeter e Tolosa.

Lo studio

I ricercatori britannici e francesi hanno scoperto che un aumento della temperatura tra i due e i tre gradi ha causato una perdita del 34% di biodiversità tra i batteri intestinali delle lucertole comuni. Durante gli esperimenti questi animali sono stati messi in contenitori a temperatura controllata e sono stati analizzati campioni dei loro batteri intestinali per identificare quali fossero presenti. In sostanza, le lucertole tenute in condizione di temperatura elevata hanno evidenziato una minore biodiversità nel campione batterico prelevato e questo, secondo le conclusioni dei ricercatori, avrebbe condizionato negativamente le loro possibilità di sopravvivenza.

La simulazione del riscaldamento globale

Aumentando la temperatura di 2-3 gradi nei contenitori controllati è stato sostanzialmente simulato il riscaldamento globale in atto sul nostro pianeta dovuto al cambiamento climatico. "La nostra ricerca - ha dichiarato Elvire Bestion dell'Università di Exeter - mostra che un aumento relativamente piccolo della temperatura può avere un impatto importante sui batteri intestinali in lucertole comuni". Secondo gli esperti ora servirebbero ulteriori test ed è probabile che effetti simili vengano riscontrati in altri animali a sangue freddo la cui temperatura corporea dipende da agenti esterni al loro organismo.

L'importanza dei batteri intestinali

I batteri intestinali sono fondamentali nei processi digestivi. Ecco perché, secondo i ricercatori, è importante che vengano effettuati ulteriori studi per indagare su quello che, secondo loro, è un effetto piuttosto trascurato del cambiamento climatico. Questo fenomeno è considerato la più grande minaccia per la biodiversità, ma il suo impatto sui batteri associati a piante e animali, secondo la Bestion, rimane in gran parte sconosciuto. "Stiamo solo cominciando a capire l'importanza del microbiota intestinale nella fisiologia di tutte le specie, inclusi gli esseri umani”, ha aggiunto. "Questi batteri sono legati a tutto, dalla digestione all'immunità fino all'obesità”. Nessuno, però, ha ancora studiato in che modo essi reagiranno al cambiamento climatico.

Leggi tutto