Ragazza accoltellata: legale aggressore, ha disagio profondo

Veneto
21412fc3f1e731dbbbbcb694754a7f89

Modalità azione fanno pensare a disturbo da indagare

(ANSA) - TREVISO, 24 MAR - "Quale che sia il movente e l'evento scatenante, le modalità e le circostanze dell'azione fanno pensare ad un disagio, ad un disturbo profondo che andrà indagato". Lo dice l'avvocato Matteo Scussat, legale del 15enne accusato di tentato omicidio per aver colpito con una ventina di coltellate una giovane di 26 anni mentre faceva jogging a Marocco di Mogliano. "La famiglia è scossa, chiusa nel dolore - sottolinea - ,esprime viva preoccupazione per le condizioni di salute di Marta e vicinanza alla sua famiglia".
    Nell'annunciare di non voler rilasciare altre dichiarazioni prima dell'udienza di convalida dell'arresto, Scussat ripete che l'ipotesi accusatoria, anche sulla base di quanto riferito dai Carabinieri, "è che si sia trattato di una rapina, ma vi sono aspetti di atipicità della condotta che sfuggono all'ordinarietà". Il legale afferma inoltre di aver consigliato al suo assistito durante il colloquio avvenuto ieri mattina presso il centro di prima accoglienza del carcere di Treviso "di prendersi del tempo per riflettere ed elaborare l'accaduto".
    (ANSA).
   

Venezia: I più letti