Cultura fa prove generali, a Venezia riaprono i musei

Veneto
75b33b4e9ce330ae4e730ccffc547aae

Al Ducale e Correr 500 turisti, ma è apertura stop and go

(ANSA) - VENEZIA, 11 FEB - La cultura prova a ripartire a Venezia. Ha rotto il ghiaccio della pandemia Palazzo Ducale, riaccendendo una Piazza San Marco ancora semi-deserta, a causa delle restrizioni agli spostamenti. Ma mentre le porte del Ducale riaprivano, i caffè storici di Piazza San Marco erano ancora sbarrati. Anche un filo di acqua alta al mattino nell'area marciana, eppure nessuno si aspettava la coda di visitatori, solo veneti e residenti in città, che c'era mezz'ora prima dell'apertura. Quella che fu la dimora dei dogi, come anche il Museo Correr, i gioielli dei Musei civici in a San Marco, sono tornati a vivere però solo per 4 giorni: oggi, domani, poi lunedì e martedì prossimo, quello "grasso". Tutte giornate feriali, come previsto dal Dpcm. Quindi solo un "assaggio" di cultura, in coincidenza con il Carnevale di Venezia - quest'anno non di piazza ma solo sul web - dopo mesi di chiusura. Da mercoledì Ducale e Correr chiuderanno di nuovo.
    Questo ha spinto una cinquantina di veneziani a dar vita ad sit-in in piazza, con volantini intitolati "Musei Civici o musei per i turisti"?. Ma se inizialmente era stato annunciata la riapertura ad aprile, oggi i vertici della Fondazione Musei Civici di Venezia (MUVE),si sono detti ottimisti sulla possibilità di riaprire le sale già a marzo, pandemia permettendo. In questa prima giornata di riapertura sono stati 500 i visitatori in totale tra Palazzo Ducale e Correr. (ANSA).
   

Venezia: I più letti