Scontro virologi, 'si sta spegnendo'. 'Solo chiacchiere'

Veneto
f021adbc478ead932470884a6e9e1a20

Crisanti contesta Rigoli, che replica, 'valutato su 2 fronti'

(ANSA) - VENEZIA, 21 GIU - Scontro tra scienziati sulla tesi dell'indebolimento del' grado di infettività del SarCpv2 Coronavirus:, evidenziato da uno studio sui risultati di 60mila tamponi in Veneto, condotto da Roberto Rigoli, coordinatore delle microbiologie della regione, assieme a colleghi dello Spallanzani e del San Matteo di Pavia. La miccia l''ha accesa il prof Andrea Crisanti, capo del del dipartimento di microbiologia e virologia di Padova: per il quale queste affermazioni "solo solo chiacchiere". Rigoli aveva detto: "ci sono segnali che virus si sta spegnendo". Crisanti ha replicato: "Chi parla dell'infettività di questo virus non sa quello che dice, perché l'infettività si misura sperimentalmente e sull'uomo non è possibile fare nessun esperimento e non esiste un modello animale. Senza numeri e senza misura non è scienza". E' stata così la volta di Rigoli, che ha contro ribattuto: "la bassa/assente infettività è stata valutata su due fronti: il primo epidemiologico monitorando i contatti stretti dei pazienti con carica bassa, il secondo seminando su colture cellulari i campioni appartenenti sempre a pazienti con c.t. alto (bassa carica). Dati preliminari di un lavoro condotto dal prof.
    Baldanti dimostrano che solo un'esigua minoranza di questi campioni risulta positiva in colture cellulari". (ANSA).
   

Venezia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.