Teatro: dopo 150 anni a Trieste 'Lucrezia Borgia',è successo

Friuli Venezia Giulia
@ANSA
65b0fc3c6e28c578460279640c3815e2

Melodramma Donizetti ben diretto da Gianola, bravi protagonisti

(ANSA) - TRIESTE, 18 GEN - Se è un'opera minore, è inaspettatamente di alto livello. E gli oltre tre minuti di applausi che il pubblico del Teatro Verdi ha tributato alla 'Lucrezia Borgia' di Gaetano Donizetti diretta da Roberto Gianola ne è la testimonianza. Un'opera non immediatamente afferrabile, con un palcoscenico spesso calcato da più di 40 persone, con una scenografia moderna, con una trama animata da valori d'antan (libretto di Felice Romani), complessa, un po' si confonde nel caldo lessico ottocentesco. Ma arie, buona esecuzione e bravura dei cantanti sono una bella sorpresa. A sorprendere è anche la Lucrezia (Carmela Remigio). tratteggiata dal regista Andrea Bernard: non la donna di potere figlia di un Papa e moglie dell'influente Alfonso d'Este (Dongho Kim), ma un'eroina umana nelle debolezze come nel furore, che il regista inquadra in un contesto paragonabile ai miti greci. Lucrezia di amor si strugge per Gennaro (Stefan Pop), ma di vendetta si nutre, fino a morirne, colpita da un fato avverso sin dalla prima scena.
   

Trieste: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.