Epifania: si accende la tradizione dei fuochi in Friuli

Friuli Venezia Giulia
trieste

Attesa per il vaticinio del Venerando su andamento nuovo anno

(ANSA) - UDINE, 4 GEN - Si accende la tradizione dei fuochi epifanici in Friuli. Tanti gli appuntamenti in programma in questo fine settimana il cui evento culminante dell'epifania tarcentina è rappresentato dall'accensione del Pignarul Grant di Coia, il più grande fuoco epifanico da cui si traggono gli auspici per l'anno appena cominciato. Una tradizione che si rinnova immutata dal 1928. A interpretare il fuoco è il Vecchio Venerando, al secolo Giordano Marsilio, che, salito salendo sul colle di Coia accompagnato da una lunga fiaccolata a illuminare la collina, accende il fuoco del Pignarul Grant. Diffusa in tutto il territorio regionale, l'antica tradizione dei falò epifanici da cui trarre auspici per i prossimi 12 mesi inizia con l'accensione delle foghere, i falò di fieno, legno e sterpaglia che nella Bassa friulana si bruciano già a partire dalla sera della vigilia dell'Epifania. Tra i più suggestivi quello di Latisana con il falò galleggiante sul Tagliamento.
    (ANSA).
   

Trieste: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.