Falso atto pubblico su morti sospette,sospeso medico Trieste

Friuli Venezia Giulia
dd4e7a54aec349ba4adb1c98927ba164

Decisione del Gip. Procura, indagini in corso

(ANSA) - TRIESTE, 19 NOV - Il Gip del Tribunale di Trieste, accogliendo una richiesta della Procura, ha sospeso un medico per il reato di falso in atto pubblico commesso nell'attestazione di attività rianimatorie, che invece non erano mai state eseguite, e, al contrario, per la mancata indicazione, nelle relative schede di intervento, di somministrazioni farmacologiche effettuate. Le indagini sono state avviate dopo una segnalazione dell'Azienda sanitaria universitaria integrata di Trieste per la morte di un'anziana soccorsa dal 118, e si sono protratte per mesi con acquisizione di documentazione, audizione di operatori sanitari in servizio al 118 e con autopsie. Dall'inchiesta sono emersi altri quattro casi di persone morte in circostanze sospette. Secondo la Procura, in una struttura sanitaria e durante interventi a domicilio, "l'indagato avrebbe somministrato farmaci sedativi - quali propofol, diazepam e midazolam - a pazienti malati e in età avanzata, che ne avrebbero causato la morte". (ANSA).
   

Trieste: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.