Padre e figlio arrestati a Levico per porto d'armi abusivo

Trentino Alto Adige
trento

Intercettati da carabinieri con pistola carica in auto

(ANSA) - TRENTO, 20 NOV - I carabinieri di Rovereto, coadiuvati dai militari di Trento e Borgo Valsugana, hanno arrestato due persone, padre e figlio, per detenzione di armi e munizionamento clandestino, ricettazione e possesso di segni distintivi degli organi di polizia. I due - informa l'arma - erano monitorati da tempo, e sono stati intercettati e fermati a bordo della loro auto nei pressi di Levico Terme, in Trentino.
    Il padre, di 53 anni, è già gravato da precedenti specifici.
    Durante l'ispezione del mezzo ha tentato di passare al figlio la pistola che portava con sé (carica e funzionante, con matricola abrasa), poi recuperata dai carabinieri. Di seguito sono state disposte le perquisizioni all'abitazione del figlio, di 18 anni, dove i militari hanno rinvenuto e sequestrato una placca riconducibile alle forze dell'ordine e del munizionamento da caccia detenuto illecitamente.
    I due sono stati condotti al carcere di Spini di Gardolo in attesa dell'udienza di convalida. (ANSA).
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24