Al Brennero sequestrata birra italiana reimportata in nero

Trentino Alto Adige
5c7afdc6ee3f651faca8169d2717825d

Operazione della Guardia di finanza di Vipiteno

(ANSA) - BOLZANO, 29 OTT - La Guardia di Finanza di Vipiteno, ha controllato alla barriere autostradale un tir, proveniente dalla Germania, intestato a una società di spedizioni polacca, condotto da un cittadino bielorusso. La persona stava trasportando circa 15.000 litri di birra (suddivisi in 45.000 bottiglie da 0.33 centilitri) ma non era in possesso del prescritto Documento di Accompagnamento Semplificato (Das) in forma elettronica che attestasse l'avvenuto pagamento dell'imposta di fabbricazione (la cosiddetta accisa), che grava sulle bevande alcoliche.
    Dai riscontri documentali eseguiti, è emerso un vorticoso giro di passaggi della merce, alcuni dei quali, probabilmente, solo cartolari. In particolare, è risultato che la birra è stata prodotta da una società padovana e, dopo un periodo trascorso all'interno di un deposito fiscale di Genova, è stata acquistata da una ditta rumena con sede in Germania. Da qui, il carico è nuovamente partito alla volta dell'Italia, diretto a un commerciante all'ingrosso di prodotti alimentari della provincia di Avellino ma il viaggio è stato interrotto dal controllo delle Fiamme Gialle che hanno constatato l'omesso pagamento dell'accisa. L'intera partita di birra è stata posta sotto sequestro e il conducente del mezzo denunciato a piede libero.
    (ANSA).
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24