Aperte discariche Imer e Dimaro, a Bolzano 20.000 tonnellate

Trentino Alto Adige
957856d40a3a99df8b1f867283bda7bc

Riapertura "a termine", a Trento 'catino' da 230.000 tonnellate

(ANSA) - TRENTO, 20 OTT - La Giunta provinciale di Trento ha deliberato la riapertura "a termine" delle discariche nelle discariche di Monclassico, nel Comune di Dimaro, e di Salezzoni, nel Comune di Imer, in vista della chiusura definitiva, ad ottobre 2022. Nei due impianti potranno essere scaricate ancora 62 tonnellate di rifiuti urbani. Il conferimento di rifiuti residui, determinato dall'esaurimento degli spazi nella discarica di Ischia Podetti a Trento, dove convergono i rifiuti da tutto il Trentino, durerà fino al prossimo anno. Nel frattempo sarà realizzato il cosiddetto "catino Nord" proprio ad Ischia Podetti, che accoglierà fino a 230.000 tonnellate di rifiuto. Entro fine 2021 - precisa la Provincia - verrà adottata in via preliminare la Quinta revisione del Piano provinciale rifiuti, che conterrà anche analisi relative alla gestione del ciclo dei rifiuti urbani sul territorio provinciale, puntando ad una progressiva riduzione dei conferimenti in discarica, per rispettare gli obblighi introdotti dalla normativa nazionale.
    Oltre alla riapertura delle due discariche provinciali, una quota di rifiuto urbano sarà smaltita presso nel termovalorizzatore di Bolzano, a seguito dell'accordo tra le due Province autonome, per una capacità pari a 20.000 tonnellate annue. Una eventuale ulteriore quota potrà essere smaltita presso un altro impianto di termovalorizzazione, individuato in base all'esito della gara europea in corso di svolgimento, e in eventuali altre strutture situate fuori provincia sulla base di accordi extraregionali. (ANSA).
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24