Turismo: Alto Adige, tra aprile e giugno persi 12.000 posti

Trentino Alto Adige
21e7588272e462aedde63f0ad46fef79

Ma da luglio due terzi dei posti stagionali sono occupati

(ANSA) - BOLZANO, 22 LUG - Secondo i dati dell'Osservatorio del mercato del lavoro della Provincia autonoma di Bolzano, all'inizio del mese di luglio si registravano due terzi dei posti di lavoro stagionali occupati rispetto a luglio 2019.
    Grazie alle riaperture due terzi dei posti di lavoro stagionali "previsti" sono di nuovo occupati, si legge in una nota. La situazione attuale è stata messa a confronto con quella del 2019. "Nel complesso, tra aprile e giugno abbiamo perso in media più di 12.000 posti di lavoro nel turismo", riassume Stefan Luther, direttore della Ripartizione lavoro. "Due terzi di questi posti di lavoro sono di solito occupati da dipendenti residenti in Alto Adige. Attualmente, un terzo di posti di lavoro stagionali in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso" aggiunge Luther.
    Gli effetti variano da una zona all'altra: per le strutture nelle zone più alpine la pandemia e la chiusura hanno ritardato di quasi un mese l'inizio della stagione estiva. Nelle zone più vocate al turismo primaverile, come i comuni di valle lungo l'Adige, la pandemia ha causato la perdita media di quasi tre mesi di stagione. La situazione nella città di Bolzano è ancora diversa: qui solo una parte dei posti di lavoro persi all'inizio di marzo ha potuto essere recuperata. Una possibile ragione è la domanda calata non solo da parte dei turisti meno frequenti, ma anche da parte di residenti e pendolari. (ANSA).
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.