Scuola: 333 immissioni in ruolo per i docenti in Trentino

Trentino Alto Adige
95a0cc28b931e0b0958cae2126a21521

La Uil, "Sono buoni numeri ma ci aspettavamo qualcosa di più"

(ANSA) - TRENTO, 17 LUG - Sono 333 le immissioni in ruolo di docenti trentini, ma restano 80 cattedre vacanti. Nel dettaglio saranno immessi in ruolo 328 docenti: 140 per la primaria (di cui 94 su posto comune), 60 sulla secondaria di I grado, 128 su quella di II grado ed infine 5 insegnanti di Irc. Lo comunica la Uil Scuola del Trentino dopo un incontro con l'assessore Mirko Bisesti ed il dirigente generale del Dipartimento istruzione della Provincia, Roberto Ceccato.
    "Sono buoni numeri; superiori al dato dei pensionamenti e senza chiederci aumenti di ore e sacrifici per tutti. Eppur tuttavia ci aspettavamo di più", scrive il segretario Uil Pietro Di Fiore in una nota. Fin dal mese di marzo - ricorda Di Fiore - erano stati comunicati i numeri dei futuri pensionamenti: 130 insegnanti della scuola primaria, 60 delle medie, 110 delle superiori. "A fronte di 300 pensionamenti ci si attendeva non meno di 400 nuove immissioni: ricordiamo che in Trentino non è mai stato assegnato l'organico potenziato dell'autonomia. La cosiddetta 'buona scuola', in Trentino, è stata attivata solo per le parti estremamente dannose", scrive Di Fiore.
    Il sindacato chiede di agire "sulla legge di assestamento di bilancio, che sta per essere approvata. Si estendano le procedure concorsuali per soli titoli, con una modifica alla normativa vigente, riservate a tutti i docenti con più di 36 mesi di servizio, già inseriti nelle graduatorie d'istituto in Trentino". (ANSA).
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.