Bcc: fusione rurale Trento con Lavis Mezzocorona e Cembra

Trentino Alto Adige
de50156ddabe3d24da6fd600fc1a1af3

Nuova banca avrà 384 dipendenti, 45 filiali e oltre 25.000 soci

(ANSA) - TRENTO, 28 NOV - La fusione tra la Cassa di Trento e quella di Lavis Mezzocorona e Valle di Cembra si farà. Lo ha deciso l'assemblea straordinaria dei soci con 3.435 voti totali.
    Solo 61 i contrari, 7 gli astenuti. Nessuna tensione, che invece aveva caratterizzato l'assemblea dei soci di Lavis di venerdì scorso. I soci fisicamente presenti erano 2.720, più 715 deleghe. Dieci gli interventi in assemblea, solo uno contrario alla fusione. Il nuovo istituto si chiamerà Cassa di Trento, Lavis, Mezzocorona e Valle di Cembra, in forma abbreviata Cassa di Trento. La nuova banca avrà 3 miliardi di mezzi amministrati, 1,7 di impieghi, 384 dipendenti, 45 filiali e oltre 25.000 soci.
    Sarà la seconda per dimensione nel gruppo Ccb. "Lo facciamo adesso perché dobbiamo anticipare i tempi, ma - ha assicurato il presidente, Giorgio Fracalossi - i modelli organizzativi evolvono, i valori rimangono".
   

Trento: I più letti