Appalti: da Giunta trentina nuova 'clausola sociale'

Trentino Alto Adige
fcfde001258ae7ae334d607434b681f9

Presentato ddl 'per tutelare i diritti dei lavoratori'

(ANSA) - TRENTO, 27 SET - Non la semplice tutela del posto di lavoro, ma anche la conservazione, presso l'impresa che subentra, del trattamento economico già goduto e delle medesime condizioni rispetto all'anzianità e al monte ore. E' questa, in sintesi, la nuova "clausola sociale" contenuta in un disegno di legge, approvato oggi dalla Giunta provinciale di Trento, con il quale si intende modificare l'attuale legge in materia di contratti e appalti pubblici.
    La proposta nasce dalla considerazione che "la normativa in vigore non risulta più sufficiente ad indirizzare la formazione degli atti di gara verso il fine della tutela dei lavoratori in quanto i meccanismi concorrenziali, se lasciati alla sola libera determinazione del mercato, rischiano di comprimere i margini di guadagno e di conseguenza incidere sulle retribuzioni e sulle condizioni di lavoro". Il ddl,presentato ai rappresentanti delle associazioni imprenditoriali,sarà illustrato anche ai sindacati per accogliere emendamenti da inserire nell'esame in Consiglio.
   

Trento: I più letti