Ferita in schianto che uccise figlia e nipote, donna muore

Trentino Alto Adige
d1e040c76323e159d4000bce1c3140fa

L'incidente venti mesi fa, giovani erano promesse pattinaggio

(ANSA) - TORINO, 29 GIU - È morta al Cto di Torino, per alcune complicanze, la 51enne Graziella Lorenzatti. Il 27 ottobre di due anni fa era rimasta ferita in un incidente stradale, sull'Autostrada del Brennero, in cui morirono la figlia Ginevra e la nipote Gioia, di 17 e 9 anni. Alla guida dell'auto c'era sorella gemella Monica. È stata quest'ultima ad annunciare, su Facebook, il decesso. Le due sorelle con le rispettive figlie stavano rientrando a Torino da una gara di pattinaggio, sport nel quale le due ragazze erano considerate delle promesse. Una tragedia che scioccò il mondo del pattinaggio italiano e che al PalaTazzoli di Torino, dove si allenavano, non è stata mai dimenticata. "Si chiude un'altro pezzo della mia vita - dice la sorella Monica - Graziella è ora con le nostre due ragazze.
    Negli ultimi mesi aveva ripreso conoscenza, anche se a singhiozzo, e stava frequentando una logopedista per riprendere a parlare". Graziella verrà sepolta al cimitero di Condove accanto a Gioia e Ginevra.
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24