Dodici defibrillatori donati a rifugi trentini

Trentino Alto Adige
cca44de761d5a3a6169d00ac9d88797f

Da parte di Tsm e Accademia della montagna

(ANSA) - TRENTO, 29 APR - Dodici defibrillatori sono stati donati questa mattina ai gestori di altrettanti rifugi del Trentino da parte della direzione di Trentino school of management (Tsm) e Accademia della montagna.
    La consegna, avvenuta al Muse di Trento, nell'ambito di una breve cerimonia pubblica, si inserisce nell'ambito dell'iniziativa "Rifugio cardioprotetto", avviata lo scorso anno per dotare le strutture in quota delle apparecchiature salvavita. Dei 12 conferiti, 10 defibrillatori sono stati finanziati grazie alla vendita del libro "Montagne senza vetta.
    Il coraggio di sentirsi liberi", mentre i due restanti sono stati donati dal Rotary club di Trento.
    Le strutture interessate dall'iniziativa di quest'anno (nel 2018 sono stati consegnati altri 12 apparecchi) sono: il rifugio di Passo Principe, Val d'Amola Segantini, Marchetti allo Stivo, Treviso, Potz Mauer, Alimonta, Boè Pordoi, Contrin, Ai cauduti dell'Adamello, Cima d'Asta Ottone Brentari, Carré Alto Dante Ongari e Antermoia.
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24