Steinhaus, l'odio viaggia in rete

Trentino Alto Adige
328a741953a19a213ead69879cec94cc

Steinhaus, ora antisemitismo è di sinistra, serve educazione

(ANSA) - BOLZANO, 24 GEN - "L'antisemitismo, come l'odio razziale, viaggiano su internet e nei social media.
    Chiunque può dire le cose più orrende e stupide, è un fenomeno inarrestabile. Solo l'educazione dei giovani può porre rimedio, anche se non potrà mai debellare il fenomeno perché l'odio e i pregiudizi purtroppo fanno parte della natura umana". Lo afferma l'ex presidente della comunità ebraica a Merano Federico Steinhaus, che ha appena pubblicato il libro "Una giornata della memoria. 364 giornate dell'indifferenza" (Raetia Editore).
    L'antisemitismo - spiega - "purtroppo si affaccia sulla scena europea addirittura 365 giorni all'anno. E' preoccupante la frequenza e la violenza con la quale si manifesta". Secondo Steinhaus, "il nuovo antisemitismo non è quello fascista, di destra, ma di sinistra, che nega il diritto all'esistenza dello Stato di Israele, come anche quello dell'autodeterminazione".
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24