Agricoltori e cacciatori insieme per controllo cinghiali

Trentino Alto Adige
6fe614ecba0e106218de1a7d1bcfa121

Assessore Zanotelli propone gruppo di lavoro trasversale

(ANSA) - TRENTO, 8 GEN - Possibili misure migliorative per contenere l'espansione territoriale del cinghiale e i danni al patrimonio agricolo sono state al centro di un incontro tra i sindacati agricoli e l'Associazione cacciatori della provincia di Trento, promosso dall'assessore provinciale all'agricoltura, foreste, caccia e pesca, Giulia Zanotelli.
    L'assessore Zanotelli ha proposto la costituzione di un piccolo gruppo di lavoro trasversale "che partendo dall'analisi della situazione attuale, valuti eventuali ulteriori azioni da programmare già per il corrente anno".
    Stefano Ravelli, presidente dell'Associazione cacciatori, ha evidenziato le dinamiche degli abbattimenti realizzati negli ultimi decenni in Trentino (dai 20 capi del 1990 ai 365 capi del 2018). I rappresentanti dei sindacati agricoli hanno auspicato "ogni azione possibile, anche di natura straordinaria, quanto meno per evitare l'ulteriore diffusione della specie e per rendere compatibile questa presenza con le attività agricole presenti sul territorio".
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24