Coronavirus, Teatro Regio Torino: "Musica in streaming tutti i giorni"

Piemonte

L'iniziativa #operaonthesofa prevede un nuovo palco virtuale dove, tutti i giorni alle 18 è possibile vivere la magia della grande opera gratuitamente e direttamente a casa. Come prima proposta è stato trasmesso il Nabucco di Verdi

Musica in streaming tutti i giorni per allietare le giornate di chi è in casa a causa dell'emergenza Coronavirus (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - IL DECRETO - ANTIVIRUS, L'ITALIA CHE RESISTE). È l'idea portata avanti dal Teatro Regio di Torino dopo la sospensione di spettacoli, eventi e manifestazioni in tutta Italia. L'obiettivo è entrare nelle case di migliaia di persone all’ora dell’aperitivo con l'iniziativa #operaonthesofa, il nuovo palco virtuale inaugurato sul canale YouTube del Regio dove, tutti i giorni alle 18, è possibile vivere la magia della grande opera gratuitamente e direttamente a casa. Sul canale vengono trasmesse in streaming le prove generali delle prestigiose produzioni della stagione in corso e di quelle passate, che sono rese disponibili, atto dopo atto, grazie a riprese di lavoro inedite.

"Obiettivo è mantenere vivo il rapporto con il pubblico"

"Tutti conosciamo il potere benefico della musica e delle arti - si legge in un comunicato del Teatro Regio - e mai come adesso, che siamo chiamati alla responsabilità e a restare a casa, ne abbiamo bisogno. Noi, come Teatro e come comunità, vogliamo mantenere vivo il rapporto con il pubblico riempiendo questo “tempo sospeso” con la grande musica: ecco dunque, ogni sera dalle ore 18, #operaonthesofa".

La programmazione

Come prima proposta è stato trasmesso il Nabucco di Verdi, andato in scena lo scorso febbraio con la direzione di Donato Renzetti e la regia di Andrea Cigni, "che ha già totalizzato oltre 7.033 visualizzazioni e ha raggiunto sui social del Teatro, nel momento in cui scriviamo, 81.399 persone", si legge nella nota. La programmazione prosegue nel fine settimana con Il matrimonio segreto di Cimarosa, con la direzione di Nikolas Nägele e la regia, scene e costumi di Pier Luigi Pizzi.

Torino: I più letti