Facebook: spesi 7,3 mln di dollari nel 2017 per sicurezza Zuckerberg

Nel 2017 lo stipendio di Mark Zuckerberg è stato di un dollaro (Ansa)
3' di lettura

Sorveglianza della casa privata e guardie del corpo del ceo sono sul conto della società. Che sborsa anche 2,7 milioni per proteggere la numero due Sheryl Sandberg

Nel 2017 Facebook ha speso 7,3 milioni di dollari per la sicurezza del suo fondatore e ceo, Mark Zuckerberg. La cifra è stata rivelata dalla stessa società in un documento inviato alla Sec, la commissione che controlla il mercato azionario statunitense. Si tratta di un sostanzioso incremento rispetto alle cifre sborsate nel 2016 (4,9 milioni) e nel 2015 (4,2 milioni).

Venti milioni in tre anni

Facebook si fa carico delle spese di sicurezza non solo quando Zuckerberg è nella sede di Menlo Park. A far lievitare il conto, come riporta il Guardian, sono infatti la sorveglianza della casa privata del ceo e la squadra di guardie del corpo che lo accompagna ovunque. Sia negli Stati Uniti che all'estero. A spiegare i motivi di queste pratiche è sempre Facebook: "Riteniamo che queste misure di sicurezza vadano a vantaggio dell'azienda vista l'importanza che Zuckerberg ricopre in Facebook e pensiamo che i costi di questo programma siano appropriati e necessari". Stesso discorso anche per il numero due di Menlo Park, Sheryl Sandberg. Per la sua sicurezza sono stati spesi quasi 2,7 milioni di dollari nel 2017, più del doppio rispetto al 2015. Dal documento inviato alla Sec emergono anche altri particolari: ad esempio che Facebook ha sborsato 1,5 milioni di dollari per i viaggi di Zuckerberg sul suo aereo privato. Anche in questo caso, le spese sono lievitate, raddoppiando rispetto al 2016. Negli ultimi tre anni, complessivamente, Facebook ha speso circa 20 milioni di dollari per la sicurezza e gli spostamenti del suo fondatore.

Lo stipendio da un dollaro

Come altri ceo della Silicon Valley, il creatore di Facebook ha deciso di ancorare il proprio guadagno all'andamento della società. Il suo stipendio annuo è infatti simbolico: un dollaro. E nel 2017, si legge nel documento, "il signor Zuckerberg non ha ricevuto ulteriori premi azionari perché il nostro comitato per la remunerazione e la governance ha ritenuto che la sua attuale posizione azionaria allineasse sufficientemente i suoi interessi con quelli dei nostri azionisti". Tradotto: la società non ha premiato il ceo con altri titoli perché ne possiede già abbastanza. E ha quindi tutto l'interesse a far galoppare Facebook, perché se guadagna la società incassa anche lui. Il patrimonio di Zuckerberg, infatti, oscilla in base alle azioni del gruppo, che attualmente lo rendono il settimo uomo più ricco del pianeta, con 65,8 miliardi di dollari di patrimonio, secondo il più recente ranking di Forbes. Gli altri manager al vertice di Facebook (Sheryl Sandberg, David Wehner, Christopher Cox e Mike Schroepfer) sono invece stati premiati lo scorso anno con azioni per un valore di 20 milioni di dollari ciascuno.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"