Gianna Nannini racconta del suo nuovo album “La differenza”

Inserire immagine
Gianna Nannini (foto di Daniele Barraco)

E' Gianna Nannini, insieme a Mabel, l'ospite del  quarto live di X Factor in programma alle ore 21 di giovedì 14 novembre su Sky Uno (canale 108) e sul digitale terrestre al canale 455. L'intervista alla Nannini.

Lo speciale di X Factor 13

Guarda X Factor su Sky Uno tutti i giovedì alle 21.15 e rivedi i momenti più belli del talent sul sito ufficiale

X Factor su Telegram! Iscriviti subito

(@BassoFabrizio)

Un titolo che è molto di più che un segnale. Perché Gianna Nannini sceglie di fare un disco che faccia La Differenza. E il primo segnale distintivo di questo album sta nella lavorazione, nella produzione: in una stagione in cui spesso la realizzazione di dischi è affidata prevalentemente al digitale e quotidianamente si preannuncia l'imminente sparizione di ogni supporto fisico, Gianna Nannini decide di realizzare La Differenza nei BlackBird Studio di John McBride a Nashville, Tenneesse,  regno dell’analogico e sede di grandi produzioni artistiche blues-rock. Il disco germoglia con pianoforte, voce e chitarra a Londra, in uno studio di Gloucester Road, che nel frattempo è anche diventato il titolo di una canzone dell’album. Lì la nannini ha condiviso session improvvisate con Pacifico, Dave Stewart, Fabio Pianigiani, Mauro Paoluzzi e Coez, con il quale ha realizzato Motivo, unico duetto presente dell’album. Questa sera, giovedì 14 novembre, Gianna Nannini sarà ospite di X Factor, il talent show di Sky Unbo in onda ogni giovedì alle ore 21.15 su Sky Uno L'INTERVISTA

L’amore nella sua completezza è protagonista del disco. Una scelta netta.

In realtà i brani di questo album raccontano tutti dei conflitti d’amore. Parte tutto dalle emozioni.
E che dicono quelle emozioni?
Racconto delle differenze che s’incontrano nella vita. Nelle mie canzoni d’amore vado oltre al sentimento declinato nelle favole, nei sogni: l’amore che racconto è proiezione sul mondo.
L’amore è protezione? Lìamore protegge?
Sì ma non basta. Per esser forti bisognerebbe prima di tutto abbattere i muri mentali che ogni giorno erigiamo nelle nostre teste. La Differenza racconta come rompere le barriere, non come costruirle.
La tua spiegazione?
Bisogna accettare le differenze, non di combatterle.
Che Nashville hai vissuto?
Rock ovunque. Oltre all'immancabile country. È stato un viaggio incredibile, ho ritrovato me stessa.
Cosa è oggi La differenza?
Non è solo un tema, è qualcosa di più. Significa ridare valore a qualcosa che oggi viene troppo facilmente bistrattato.
In Motivo hai duettato Coez.
Mi aveva colpito col suo Faccio un casino e lo ho chiamato, mi ha raggiunto a Londra e siamo partiti subito a comporre. È più che un duetto, ha un bellissimo timbro di voce.
Ci sono altri artisti con i quali vorresti collaborare?
Tanto. Per farti qualche nome posso dirti che mi piacciono molto Salmo e Massimo Pericolo. Mi piace giocare con la melodia al rap.
A 40 anni dall’uscita di America proponi un brano sull’America. Quale è la tua America?
È stato difficile in Italia importare questo sound, ora però devono esser pronti loro per me. Volevo ripartire dall’album California che era un capitolo in sospeso. Volevo ridare voce a un blues che fosse mio.
Il tempo è canaglia: il tuo è sempre troppo poco?
Sono viva e felice della mia vita e questa è la cosa più importante.
Valori aggiunti del disco?
Ho cantato sicuramente meglio, perché ho registrato tutto in presa diretta, in una stanza, nel modo più genuino possibile.
Come vincere il razzismo sprezzante?
La chiave sta nel non avere paura dei pregiudizi. La scuola dovrebbe far molto di più, servirebbe una educazione alla solidarietà. È da piccoli che si fa la differenza. Anche se la prima scuola che conta è la nostra, quella dei genitori.

A maggio 2020 parte il Tour europeo che porterà Gianna Nannini a Londra, Parigi, Bruxelles, solo per citarne alcune . Il live arriverà in Italia il 30 maggio con un live nello Stadio Artemio Franchi di Firenze. Da venerdì 15 novembre, La Differenza sarà disponibile in versione fisica (CD e vinile) e in digitale nei principali store e piattaforme streaming.